Litiga in piazza sant’Oronzo con il figlio, poi inveisce contro gli agenti: denunciato per oltraggio

0
72

Sanzionati entrambi perché fuori dal loro Comune senza giustificato motivo. E il più anziano dei due ha pure rimediato una denuncia per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

I fatti sono accaduti questa mattina, in centro a Lecce. Nell’ambito dei controlli per la prevenzione della diffusione del contagio da Coronavirus, intorno alle ore 8.45 una volante, transitando in piazza sant’Oronzo, è stata avvicinata da un passante che indicava due uomini intenti a litigare animatamente tra di loro.

I due urlavano e si prendevano a botte all’angolo tra piazza Sant’Oronzo e piazzetta Santa Chiara. Il personale della volante, avvicinatosi per capire cosa stesse succedendo e per identificarli, ha accertato che si trattava di padre e figlio venuti a Lecce da un altro Comune per effettuare un’operazione bancaria.

Gli agenti hanno tra l’altro ricordato che non si può lasciare il proprio Comune se non per motivi di stringente necessità. Alla richiesta dei documenti, l’uomo più anziano avrebbe inveito contro gli agenti e a un certo punto li avrebbe anche strattonati, pur trattenuto dal figlio. A quel punto è stato chiesto l’ausilio di un’altra pattuglia per l’accompagnamento in ufficio.

Entrambi sono stati sanzionati per essersi allontanati dal Comune di residenza senza un valido motivo, mentre per il padre è scattata anche la denuncia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.