LI UCCI FESTIVAL PROSEGUE A CUTROFIANO FINO AL 16 SETTEMBRE

0
5

LI UCCI FESTIVAL PROSEGUE A CUTROFIANO FINO AL 16 SETTEMBRE

Sino a sabato 16 settembre a Cutrofiano, in provincia di Lecce, prosegue la settima edizione de Li Ucci Festival, organizzata dall’Associazione Culturale Sud Ethnic e dal Comune di Cutrofiano – con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari e con il supporto di partner pubblici e privati. Mercoledì 13 dalle 21 nell’atrio del Palazzo Ducale appuntamento con ‘Nan Vradi o Janni, serata dedicata al Griko e a Gianni De Santis, grande conoscitore della lingua minoritaria, autore di numerosi testi che hanno saputo tramandare l’anitca lingua. Sino a sabato, il Laboratorio Urbano Sottomondo ospiterà la sezione di arti visive con alcune mostre sul tema “I colori della terra” e L’Arte nel Piatto (in collaborazione con l’azienda Fratelli Colì), nata con l’intento di valorizzare oltre all’artigianato del luogo (la terracotta) anche le eccellenze artistiche in ambito pittorico. Gli artisti invitati a partecipare si sono confrontati e hanno realizzato dei piatti di terracotta. Oggi la collezione conta oltre 350 opere. Oltre alle opere in terracotta saranno installate le fotografie vincitrici del concorso fotografico che ha avuto come tema “Fiorin di Tutti i Fiori”.

Giovedì 14 dalle 21.30 in Piazza Cavallotti ritorna “La chiazza ca sona e ca vive”, con l’esibizione di Luigi Palumbo & Aquarata, gruppo vincitore del Premio Speciale Nazionale Uccifolkontest. Subito dopo un live acustico del musicista e cantante Antonio Castrignanò, uno spettacolo dedicato alla tradizione salentina tra canti e storie popolari. Venerdì 15 invece la Masseria L’Astore ospiterà dalle 20 la Cultura nella Ruralità (con la possibilità di visitare l’antico frantoio ipogeo) con musica popolare e degustazione di vino e prodotti Km0 in collaborazione con La Terra di Puglia. Alle 22 Nandu Popu, voce storica dei Sud Sound System, proporrà il nuovo spettacolo unplugged, ispirato dal suo libro “Salento Fuoco e Fumo”, accompagnato dalla Smoke’n’Fire Band. Dalle 23.30 spazio alla musica popolare dei CardisantiSabato 16 settembre il festival si concluderà con il Concerto-evento alla Rimesa (antico nome della centrale Piazza Municipio) con Li Ucci Orkestra. Un progetto, nato nel 2013, composto da musicisti, uniti dalla voglia di costruire in note e in musica gli insegnamenti e la tradizione lasciata dai cantori salentini. Sul palco anche il menestrello e cantattore salentino P40 (Pasquale Quaranta) che aprirà la serata, i Menamenamò, con un omaggio alla cantante “Pippina Guida”, scomparsa pochi mesi fa, e il gruppo padovano Mi Linda Dama, che ha conquistato il Premio Folk Nuove Generazioni organizzato da Li Ucci Festival, Mei – Meeting etichette indipendenti di Faenza e Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli con il patrocinio di It-Folk, Rete dei Festival e con la collaborazione di BlogFoolk.

Info e programma su www.liuccifestival.it – 3776954833

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here