LECCE Serata Romantica

0
71

Serata Romantica ai Teatini di Lecce Il Balletto del Sud rende omaggio a Leopardi e ai 200 anni di “L’infinito”

 

Giovedì 22 agosto – ore 21.30 – “L’Infinito” di Giacomo Leopardi è considerata “l’idillio perfetto”, una delle poesie in lingua italiana più amata e conosciuta al mondo. Metafora di come si possa guardare oltre i propri limiti mentali per regalarsi infinite possibilità, la lirica – di cui si celebrano nel 2019 i 200 anni dalla composizione – sarà protagonista durante “Serata Romantica”, il secondo dei tre appuntamenti della rassegna “Itinerario Danza” del Balletto del Sud nel chiostro dei Teatini di Lecce, previsto giovedì 22 agosto, alle 21.30.

Spettacolo composito di danza, musica e poesia, ideato, coreografato e diretto da Fredy Franzutti, “Serata Romantica” coniuga le poesie di Leopardi con musiche di Chopin, Adam, Schneitzhöffer, Brahms e Verdi, proponendo alcune celebri pagine del repertorio battettistico dell’Ottocento (Giselle, La Sylphide, la Bayadere, Les Sylphides).

Leopardi, intellettuale dalla vastissima cultura, inizialmente sostenitore del classicismo, ispirato dalle opere dell’antichità greco-romana, ammirata tramite le letture e le traduzioni di Mosco, Lucrezio, Epitteto e altri, approdò al Romanticismo dopo la scoperta dei poeti romantici europei, quali Byron, Shelley, Chateaubriand, Foscolo, divenendone un esponente principale, pur non volendo mai definirsi romantico.

«Molte sono le qualità che accostano la poetica di Leopardi alle melodie di Chopin e di altri compositori romantici – spiega Franzutti – accomunate dal pessimismo degli autori, probabile effetto delle patologie che spesso li affliggevano e sviluppatesi successivamente in un sistema complesso poetico e filosofico. Chopin e Leopardi, ad esempio, nacquero a dodici anni di distanza ma furono coetanei nella morte, giunta per entrambi a soli trentanove anni. Durante la serata i brani più celebri del balletto per antonomasia e del più famoso poeta italiano dell’Ottocento rievocheranno le sempiterne suggestioni del Romanticismo, di cui furono tra i massimi rappresentanti».

Protagonisti sono i solisti del Balletto del Sud, «l’unica compagnia italiana – come è stato evidenziato dalla critica – in grado di affrontare un simile repertorio»: Nuria Salado Fusté, Matias Iaconianni, ballerino argentino entrato quest’estate a far parte dell’organico, Alessandro De Ceglia, Alice Leoncini, Alexander Yakovlev, Ovidiu Chitanu, Chie Deshimaru, Carolina Sangalli e Beatrice Bartolomei.

A recitare i versi del genio di Recanati sarà l’attore Andrea Sirianni, specialista dell’interpretazione del testo in poesia, al quale la critica ha riconosciuto, recensendo questo spettacolo, “eloquio raffinatissimo e presenza scenica imponente”.

I prossimi appuntamenti di “Itinerario Danza” vedranno il Balletto del Sud protagonista il 29 agosto a Lizzanello con lo spettacolo “All rights” dedicato ai diritti umani (ore 21.30, ingresso gratuiti), il 30 di nuovo ai Teatini di Lecce per la quarta edizione del Gala Mediterraneo (ore 21.30, ingresso a pagamento) e il 21 settembre a Ugento per il Premio Zeus (ore 20.30, ingresso libero).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.