Lecce per le donne

0
232

Il progetto si inserisce nell’ambito delle iniziative condotte dall’assessore alle Pari Opportunità.

L’idea dell’assessore è stata quella di realizzare un percorso culturale di conoscenza e valorizzazione dei luoghi in cui sono vissute le donne salentine che nel corso dei secoli si sono distinte per il loro operato nell’ambito della famiglia e della società. Donne forti capaci di esprimere al meglio le loro capacità, motivo di vanto e di orgoglio per la nostra città.

La mappa “Lecce per le Donne” nasce dal lavoro di un gruppo tutto al femminile costituito dalle professoresse Marisa Forcina e Rosanna Basso dell’Università del Salento che con la competenza e la passione che le contraddistingue hanno condotto uno studio sui luoghi e sui personaggi; dall’Associazione “Muse del Salento” con l’Arch. Fabiana Cicirillo e la dott.ssa Vania Fazio, grazie alle quali si sono potute avere bellissime fotografie tutte inedite e la puntuale elaborazione dei percorsi; da Daria Vernaleone della società Vernaleone& Partners, esperta in comunicazione, che ha magistralmente curato la grafica della piantina; dal coordinamento dell’assessore e dalla preziosa collaborazione dell’ufficio scuola.

Il progetto, primo step di un percorso tutto al femminile, si avvarrà dell’apporto di Pugliapromozione nella persona della dottoressa Stefania Mandurino, di Gabriella De Iudicibus rappresentante della Pro Loco di Lecce, del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Lecce rappresentato dall’avvocato Ornella Rotino L’impegno ed il confronto creativo di questa rete di attori territoriali ha permesso di realizzare una mappa che consentirà di scoprire luoghi apparentemente anonimi e guardare da una prospettiva diversa i monumenti già conosciuti del centro storico di Lecce. Si tratta di cinque itinerari accompagnati da incantevoli descrizioni storiche, intriganti curiosità culturali e pregevoli immagini tutte inedite, che aiutano ad individuare visivamente i luoghi citati. Un tuffo nella storia e nella cultura con l’eleganza e la leggerezza che una scoperta piacevole richiede.

“Questo progetto racconta lo spirito femminile che aleggia in città e che viene interpretato da donne con una grande sensibilità –. ha detto Carmen Tessitore, vicesindaco di Lecce e promotrice di Lecce per le donne – Si tratta di una mappa di percorsi culturali, che diventerà presto anche un’applicazione da scaricare per essere più agevole, che nasce da uno studio approfondito. La presenza dell’Università diventa fondamentale, perché è importante che l’Università viva attraverso le istituzioni, alimentandosi di gioventù. Approfondimento di metodo scientifico, sono i fili conduttori di un’idea progettuale che riesce a sollecitare curiosità e fame di conoscenza. I luoghi che hanno dato i natali alle nostre grandi donne e che hanno lasciato una traccia speciale nel nostro territorio sono qui raccontati”.

Nel progetto è coinvolto anche l’assessore al turismo Luigi Coclite che per improrogabili impegni lavorativi non ha potuto partecipare alla conferenza stampa così come avrebbe voluto.

“Oggi i turisti cercano di scoprire la nostra città attraverso informazioni sulla rete – ha precisato Alessandro Delli Noci, assessore all’Innovazione Tecnologica – per agevolare questa tendenza, a maggio scorso abbiamo presentato l’applicazione di Lecce per i bambini. Quella delle donne è un’altra visione, che completa il quadro . Le città che offrono più servizi sono le città più competitive. Il nostro obiettivo è permettere che il turista viva una esperienza sempre più coinvolgente”.

Presente in rappresentanza del Rettore, il professor Lucio Giannone: “L’Università è attratta dal rapporto con il territorio e le istituzioni locali, ma soprattutto ha l’interesse di mettere al servizio della comunità le sue competenze. Lecce per le donne è un progetto di grande intesse e attualità. Negli ultimi tempi si è parlato spesso di carte, atlanti e mappe perché sono ottimi strumenti per mettere in correlazione la storia del territorio con la sua geografia”.

E’ un lavoro in cui credo moltissimo – ha sottolineato Stefania Mandurino di Pugliapromozione – perché è il frutto di una rete al completo che comprende Istituzioni, mondo delle associazioni, università e scuola e le professioni. Il progetto è rivolto a un pubblico femminile, ma non solo. Il turismo è donna, perché le donne fanno turismo e lo comprano. ecco perché Lecce per le donne è una idea vincente”.

Hanno espresso grande soddisfazione per il loro coinvolgimento l’Arch. Fabiana Cicirillo e la dott.ssa Vania Fazio per l’Associazione Muse del Salento; Daria Vernaleone della società Vernaleone& Partners; l’avvocato Ornella Rotino presidente del C.P.O. dell’ordine degli Avvocati di Lecce intervenuta insieme ad alcuni rappresentanti del Comitato; Gabriella De Iudicibus rappresentante della Pro Loco di Lecce; l’imprenditore Roberto Fatano, titolare di Fatano 1880 e di Interfrutta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.