Le giovanili della Salento Best Volley alle Final Four

0
92

Nel panorama pallavolistico locale la Salento Best Volley, seconda squadra della città dopo l’Olimpia di serie B, si caratterizza come “cantera” della scuola giovanile di volley formando un gruppo che spazia dal minivolley fino all’under 18 con tutti i passaggi intermedi delle varie fasce.

I lusinghieri risultati ottenuti suffragano la bontà dell’attestazione di Scuola Regionale della Pallavolo ricevuta dal Consiglio Federale, quale riconoscimento per il particolare impegno sviluppato dai quadri tecnici di S.B.V. nella promozione della pallavolo anche negli istituti scolastici.

Nell’ultimo biennio la bacheca della società presieduta da Corrado Panico si è arricchita di tre titoli provinciali, un titolo regionale, una partecipazione alla fase nazionale di Bormio, la vittoria nel Trofeo Meschini a cui hanno dato il contributo tre atleti U.16(De Matteis, Nava, Perrone) ed un titolo nazionale di Campione d’Italia U.18 con la partecipazione dell’atleta Stefano Pepe.

Ma altri potenziali campioni crescono. E’ il caso dell’under 16 Lorenzo De Matteis entrato nell’ottica d’interessamento dei selezionatori nazionali allievi, coordinati dal Direttore tecnico delle nazionali giovanili Julio Velasco, con ripetute partecipazioni a degli stage formativi presso il Centro Sportivo di Vigna di Valle a Bracciano.

Ed anche la stagione in corso sembra essere promettente di traguardi ambiziosi. Mentre i giovanissimi U.14 del tecnico Buracci dovranno gareggiare nella fase finale domenica 08 marzo, il gruppo Under 16 guidato dal tecnico Laura Pendenza è in semifinale contro il De Giorgi Squinzano alle Final Four Territoriali.

Anche la squadra U.18 dei tecnici Dicillo-Noia è qualificata alle finali a quattro che si svolgeranno a Galatina il 03 e 05 marzo in un derby tutto locale contro la Showy. La vincente sfiderà per il titolo territoriale di categoria Alessano o Casarano che apriranno la due giorni delle Final Four.

Un impegno a tamburo battente per questi ultimi atleti che rappresentano il nucleo fondamentale dell’organico che milita nel campionato nazionale di I livello di serie C, in un percorso non facile nel confronto con squadre di alto livello tecnico costruite per il salto in serie B. L’obiettivo comunque è una salvezza che oggettivamente non rappresenta il traguardo minimo a cui tende oggi il tecnico di Triggiano, sempre contenuto nelle sue dichiarazioni ma non per questo privo di ambizioni. ”Le sconfitte fanno male sia che si verifichino per palese superiorità degli avversari o per le insufficienti prestazioni offerte dalla mia squadra, dichiara Dicillo, ma l’analisi delle stesse e la consapevolezza degli errori commessi è sempre un’esperienza formativa ed un pungolo a trovare il miglior rendimento. Noi possiamo esprimerci ancora meglio dell’attuale standard, a cominciare dal derby che ci attende sabato 07 marzo al PalaPanico contro il Ruffano, recente vincitore sul Grottaglie”.

Un’annotazione doverosa meritano i piccolissimi del minivolley che, sotto la guida di Giuseppe Merico e Noemi Polimeno, spaziano tra le varie attività ludico-motorie con entusiasmo partecipativo. Solo le precauzioni in materia di profilassi legate all’attuale situazione sanitaria hanno smorzato l’entusiasmo per le tappe carnascialesche di Spike 3 di Aradeo e Casarano, annullate dalle direttive FIPAV con la sospensione di tutte le attività fino al 01 di marzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.