LAZIO-LECCE FINISCE 4-2

0
104

Il Lecce per dare continuità ai recenti risultati positivi, la Lazio per rialzarsi dopo il ko con il Celtic. Falco non ce la fa, al suo posto dal primo minuto c’è Babacar. In difesa conferma per Meccariello. Mancosu sulla trequarti. Il match parte con la Lazio pericolosa: dopo 38 secondi Correa da posizione defilata mette in difficoltà Gabriel che si rifugia in angolo. Al 5′ il Lecce si affaccia nell’area laziale con Babacar che con un destro a rientrare impensierisce l’estremo difensore dei padroni di casa. Al 10′ Mancosu ci prova dai 30 metri: palla fuori. Al 13′ Milinkovic Savic viene servito bene in area da Patric ma non trova lo specchio della porta con il sinistro al volo.

Capovolgimento di fronte e Babacar vicino al gol: palla sul vertice sinistro dell’area, rimpallo fortunato e destro a giro che viene bloccato in due tempi da Strakosha. Il match entra nel vivo, la Lazio si riporta subito nell’area giallorossa con un destro di Luis Alberto che finisce in Curva. Al 15′ clamorosa occasione per il Lecce: contropiede Babacar-Lapadula, palla che arriva in area laziale per Mancosu che spara alto da ottima posizione.  Al 20′ ci riprova Mancosu dai trenta metri: palla alta. Al 23′ Lulic va vicino al gol di testa sugli sviluppi di un corner. Al 30′ arriva il vantaggio dei padroni di casa: imbucata di Leiva per Correa che stoppa al limite dell’area e calcia ad incrociare battendo Gabriel. Lazio 1, Lecce 0. Al 33′ Babacar serve bene Lapadula che però aspetta troppo per andare alla conclusione mandando la palla alle stelle. Al 40′ arriva il pari del Lecce: angolo di Calderoni, palla spizzata da Rossettini e colpo vincente di Lapadula che buca Strakosha: Lazio 1, Lecce 1.

Al 41′ occasionissima Lazio: batti e ribatti in area giallorossa, palla che arriva a Luis Alberto dagli 11 metri che sparacchia in Curva Sud. Il primo tempo si conclude con un calcio di punizione per la Lazio che non produce alcun effetto.

La ripresa si apre senza novità di formazione per entrambe le squadre. Luis Alberto al 46′ non trova la porta e un minuto dopo Babacar sbaglia l’appoggio in area laziale per Lapadula. Al 50′ Lecce ad un passo dal vantaggio: cross di Calderoni per Babacar che di testa indirizza verso la porta; Strakosha è bravo a smanacciare a pochi millimetri dalla linea di porta. Al 55′ Milinkovic Savic di testa non trova la porta in area di rigore. Al 60′ Luis Felipe non trova la porta su deviazione da calcio d’angolo. Passa un minuto e la Lazio ritorna in vantaggio: cross dalla sinistra di Acerbi con Milinkovic Savic che elude la marcatura di Rossettini e Calderoni e buca Gabriel: Lazio 2, Lecce 1. Al 64′ Luis Felipe salva il risultato di testa su cros

s di Lapadula togliendo una chiara occasione a Calderoni. Palla al centro dal corner e calcio di rigore per i salentini per fallo di Milinkovic Savic su Mancosu. Sul dischetto si presenta Babacar che sbaglia il suo secondo rigore della stagione, sulla sfera si avventa Lapadula che infila la palla del 2-2. L’urlo di gioia dura poco: il numero 9 giallorosso entra in area prima del tiro di Babacar e gol annullato dal Var (scelta molto discutibile). 

Al 72′ Liverani richiama Majer ed inscerisce Shakhov. Al 74′ Luis Alberto sfiora il 3-1 con un destro dal limite. Palla rimessa in campo dai giallorossi e Shakhov impegna Strakosha. Al 77′ discutibile rigore per la Lazio per un fallo di Calderoni viziato da una spinta da dietro: sul dischetto va Immobile che al contrario di Babacar calcia con grinta e voglia di fare gol: tre a uno per la Lazio.

Il Lecce non c’è più: al 79′ Correa firma la sua doppietta battendo Gabriel. Lazio 4, Lecce 1. Al minuto 84 arriva il gol di La Mantia che di testa sfrutta un bel cross di Petriccione: Lazio 4, Lecce 2.  Al 93′ La Mantia coglie il palo di testa.La partita di fatto finisce qui: il Lecce perde 4-2 in casa della Lazio e ferma il suo momento positivo. Quanti rimpianti per quel rigore gettato alle ortiche da Babacar…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.