LA CONFRATERNITA DEL RE

0
210

La Confraternita del Re”: il nuovo romanzo di Giuseppe Pascali

Nella Galleria del Palazzo Ducale dei Castromediano giovedì 27 febbraio alle ore 18.30 la presentazione del nuovo romanzo di Giuseppe Pascali «La Confraternita del Re».

Una Venezia occulta e misteriosa, tra spie e delatori che si aggirano nelle calli della città. Ecco La Confraternita del Re, il nuovo romanzo storico di Giuseppe Pascali edito da Kimerik che giovedì 27 febbraio alle 18.30 sarà presentato ufficialmente nella Galleria del Palazzo Ducale dei Castromediano a Cavallino. Ad aprire la serata saranno i saluti del Sindaco della Città di Cavallino Avv. Bruno Ciccarese Gorgoni. Presenterà il libro il Professor Alessandro Laporta, Direttore emerito della Biblioteca Provinciale «Bernardini» di Lecce. Dialogherà con l’autore il Dottor Vincenzo Sparviero, Redattore Capo de La Gazzetta del Mezzogiorno. Reading letterario a cura dell’attrice Carla Guido con musiche eseguite al flauto dal Maestro Gianluca Milanese. Prefazione La Confraternita del Re è un romanzo pregno di una bellezza narrativa che diventa quasi musicale, le parole rotonde accarezzano il lettore come una nenia incantatrice, lo stile agile e maturo dell’autore dona un quid pluris a una storia piena di colpi di scena e suspense. La splendida descrizione dell’ambiente nel quale si muovono gli attori principali, regalano un particolare al narrato, offrendo scorci di una Venezia inedita, antica e affascinante, ricca di tradizioni e misteri irrisolti. Questa unica città lagunare è restituita al lettore in tutta la sua conturbante bellezza, diventando essa stessa un personaggio di rilievo tra le cui calli serpeggiano segreti millenari che attendono di essere svelati. Una storia che si legge al lume di candela e che incalza di pagina in pagina; una storia fatta non di personaggi, ma di persone in carne e ossa che vivono e palpitano, capitolo dopo capitolo. Sarà facile immedesimarsi nei patimenti d’animo e nelle angosce di Malipiero come sarà impossibile non prendere le parti della bella Caterina, tifando per lei affinché smascheri i veri colpevoli. Casa Editrice Kimerik La trama Venezia, febbraio 1562. Mentre in Piazza San Marco impazzano i festeggiamenti per il carnevale, una misteriosa maschera in bauta consegna furtivamente nella Bocca delle Denontie Segrete di Palazzo Ducale un foglio con una delazione. In essa si leggerà che la Serenissima sarebbe sotto la minaccia di un’oscura Confraternita, custode da millenni del leggendario Libro di Toth che starebbe per riportare alla luce per comandare sul mondo. A essere incaricato di condurre le indagini sulla vicenda è Matteo Scarpa, membro del Consiglio dei Dieci. Scarpa però, viene misteriosamente assassinato nella sua biblioteca, la stessa notte in cui ritrova un indizio interessante. Le accuse cadono sul giovane consigliere Giovanni Malipiero, suo antagonista, ma il doge Girolamo Priuli, prima di accusarlo pubblicamente, gli concede il privilegio di due settimane di tempo per trovare il colpevole. Sulla strada delle sue indagini, una notte, il consigliere incontrerà la spia Caterina Cavazza, donna scaltra e risoluta, maestra di travestimenti. E sarà lei a indagare, imbattendosi in una verità inattesa che le svelerà un mistero lungo vent’anni. Giuseppe Pascali (Lecce, 1970) è laureato in Materie Letterarie all’Università degli Studi di Lecce (oggi Università del Salento). Già insegnante nella scuola secondaria, giornalista, scrive per La Gazzetta del Mezzogiorno occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online Salentoinlinea.it. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d’Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma, Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi, Valerio Massimo Manfredi e Marcello Simoni. Ha seguito seminari di approfondimento con i giornalisti Rai Duilio Giammaria, Antonio Caprarica, Salvo Sottile e Piero Dorfles. Con Capone Editore ha pubblicato i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D’Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell’Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Ha pubblicato i romanzi storici Il maestro della banda (Grifo 2011), Il sigillo del Marchese (Lupo 2013), con il quale si è classificato secondo nel concorso letterario Protagonisti 2014 e La maledizione di Toledo (Grifo 2016). È insignito del titolo L’eccellenza del territorio dell’Ordo Equestris Templi Arcadia, del premio Il Sallentino per la Letteratura e del Premio Thot, quest’ultimo riconosciutogli per il personale impegno profuso nel concorso Lo scrivo io organizzato dalla Gazzetta del Mezzogiorno e riservato agli studenti di scuole di ogni ordine e grado. Il suo nome figura nel Dizionario Enciclopedico dei Salentini di Carlo Stasi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.