LA BANDADRIATICA A PARIGI E ZURIGO

0
76

Il tour dell’ensemble salentino – sostenuto da Puglia Sounds Export 2018 – prosegue venerdì 22 e sabato 23 giugno in Francia e Svizzera


In attesa dell’uscita del nuovo disco, prosegue anche a giugno il tour internazionale della Bandadriatica. Il viaggio dell’ensemble salentino guidato dall’organettista e cantante Claudio Prima approderà 
venerdì 22 a Parigi, per la serata inaugurale della rassegna “Semaine Italienne”, e sabato 23 a Zurigo, per il Festival Openair Wipkingen. Il tour internazionale della Bandadriatica, realizzato in collaborazione con Coolclub, che rientra nella programmazione di Puglia Sounds Export 2018 (Regione Puglia – FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro), toccherà anche Valencia (28 luglio), Tolosa (22 settembre) per poi approdare e concludersi a New York con quattro concerti dal 27 novembre al 3 dicembre.

Trasportata dai venti vorticosi che illuminano le coste dell’Adriatico, la BandAdriatica voga sul mare agitato della musica salentina con elementi balcanici e nordafricani. Parte dalla banda tradizionale che in Puglia anima le feste, le processioni e i funerali, e che viaggia, di notte, di paese in paese. Il viaggio si espande e pone il Mediterraneo come una complessa “babilonia”, dove i linguaggi iniziano ad armonizzarsi sulle melodie popolari nel fervore meticcio delle città portuali. Ancora più raggianti di là dal mare d’origine, le tradizioni pugliesi assumono una nuova risonanza e portano lontano gli echi frenetici della musica del Salento. Dieci anni di ricerca sulle matrici musicali comuni delle sponde del Mare Adriatico, confrontandosi con le musiche di Albania, Macedonia, Croazia, con le fanfare Serbe e il Nord Africa e spingendosi fino al Mediterraneo più orientale (Turchia, Libano e Armenia nel cd “Babilonia”). Il nuovo live contiene alcune tracce presenti nel prossimo lavoro discografico in uscita dopo l’estate. In questi nuovi brani la band esplora più a fondo le sonorità di ispirazione nordafricana, affiancando al suono della sezione fiati e dell’organetto che evocano il sud e i balcani, ritmiche gnawa e una chitarra elettrica di ispirazione sahariana. I testi originali raccontano il viaggio affiancando il mito all’attualità e alle storie dei migranti (come nei brani Odissea e Migrante), in forma ironica (Marea) o poetica (Levante). Il Iive che precede il quinto cd della band è sfaccettato e intrigante e porta in scena l’energia della band in una veste che ha affascinato la critica del Babel Med 2017 di Marsiglia che l’ha definito “uno delle migliori proposte di tutta la Rassegna” e “uno dei migliori live-act italiani”. I musicisti della BandAdriatica vantano collaborazioni con artisti del calibro di Bombino, Mercan Dede, Rony Barrak, Savina Yannatou, Chieftains, Burhan Ochal, Kocani Orkestar, Boban Markovic Orchestra, Fanfara Tirana, Eva Quartet e Cafer Naziblas. L’ensemble è composto da Claudio Prima(organetto e voce), Emanuele Coluccia (sax contralto), Andrea Perrone (tromba), Vincenzo Grasso (clarinetto e sax tenore), Gaetano Carrozzo (trombone), Morris Pellizzari (chitarre, saz e kamalè ngonì), Giuseppe Spedicato (basso),Ovidio Venturoso (batteria).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.