KOREJA: APERTURA UFFICIALE PER LA XXI° EDIZIONE DEL “TEATRO IN TASCA”

0
392

KOREJA: APERTURA UFFICIALE PER LA XXI° EDIZIONE DEL “TEATRO IN TASCA”

Primo appuntamento in abbonamento per “Teatro in Tasca 2015-2016“, la stagione teatrale per grandi e piccini giunta alla XXI° edizione promossa da Cantieri Koreja, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Regione Puglia.

Inaugurazione ufficiale domenica 22 novembre alle ore 11.00 e alle ore 17.30 con il nuovo spettacolo di Koreja OPERASTRACCI. Lo spettacolo con la regia di Enzo Toma ha debuttato ufficialmente lo scorso 28 ottobre a Mantova nell’ambito diSegni d’infanzia e Oltre, Festival internazionale per le nuove generazioni.

[…] Tentare di mettere insieme azioni teatrali senza parole con il melodramma e la narrazione di un arco di vita è stata una interessantissima scommessa, sostiene Enzo Toma. Abbiamo improvvisato, costruito distrutto un sacco di materiale, ascoltato tantissime arie del melodramma dalle più note alle più sconosciute, abbiamo dovuto attraversare  insidiose incertezze per fortuna accompagnati sempre dalla solida struttura del melodramma. Lo spazio scenico geometrico e le scenografie rigorosissime nella loro semplicità sono state il terreno ideale per far dialogare il rigore del tempo musicale con l’agire degli attori. Attori  che hanno dovuto incontrare e scoprire tecniche, maestrie, magie per abitare lo spazio scenico senza poter usare la parola, ma affidandosi solo al rigore del loro corpo e della loro disciplina. Come in tutti i giochi che si rispettino, solo giocando abbiamo capito dove stavamo andando e il gioco nella sua  espressione più alta  quello dei bambini, degli amanti, della vita […]

Tutto lo spettacolo è avvolto da arie del melodramma: a sorreggere le atmosfere, le emozioni e persino i giochi, la misteriosa magia con cui una voce lirica riesce sempre a coinvolgere chi l’ascolta. In scena uno  spazio simile ad un Ring, ricoperto di stracci, (chi non giocava sotto le lenzuola?, chi non ha giocato con gli stracci?) E questi diventano tutto ciò che riusciamo ad immaginare, veli, palloni, guantoni, pance, bambole/marionette che giocano con gli attori, che si fanno carico dei sentimenti più forti, la tenerezza, il ricordo, l’elaborazione della perdita.

Occorrono 30 metri di stoffa per confezionare una sola delle marionette fatte di stracci che nascono dalle mani degli attori sotto la vista degli spettatori.

Ci vuole un’ora per tentare di raccontare i sentimenti di due ragazzi che si incontrano, si conoscono, si scoprono, crescono insieme sino a quella misteriosa unione tra due vite, sino alle sue estreme conseguenze: la separazione e “la perdita”.

E’ quanto occorre per poter raccontare il mistero dei  legami , degli affetti. Gli attori sempre in scena (due donne ed un uomo), “giocano” sulla musica e sulle voci del melodramma, raccontando due storie parallele tra loro: quella di due ragazzi  (un uomo ed una donna) e della parabola della loro vita, del loro incontro da fanciulli sino all’età adulta; e quella di spaurite marionette grandi come persone, fatte di stracci, spettatori della prima vicenda.

Biglietto Teatro in Tasca euro 6, abbonamento a 8 spettacoli euro 40, scolaresche euro 4,50 e 7.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.