Influenza, cessato allarme

0
258

Rientra l’allarme influenza. Il dato delle extra locazioni al Fazzi è eloquente. Il picco dovrebbe essere ormai alle spalle.

Epidemia influenzale, il picco sembra ormai superato. Sono drasticamente diminuite anche le extralocazioni: da 27 a 9.

ricovero anziani350

I giorni dell’allarme influenza, quelli delle due settimane a cavallo della fine di gennaio e inizio febbraio, sono solo un ricordo. Giorni terribili quelli al pronto soccorso del “Vito Fazzi”, dove i medici e gli infermieri non riuscivano a far fronte alle richieste di ricovero dei pazienti anziani colpiti a raffica dall’influenza. Tanto che per garantire un posto letto a questi pazienti a rischio, il direttore generale Giovanni Gorgoni aveva disposto il blocco dei ricoveri programmati in tutta la Asl. Un provvedimento, unito all’invito di effettuare la vaccinazione, che si è rivelato provvidenziale e risolutivo.

Oggi pare che la situazione di criticità sia cessata o fortemente ridimensionata. E il termometro parlante dell’influenza ormai alle corde arriva proprio dal conteggio dei posti letto extralocati.

Nei momenti più virulenti dell’influenza (che colpisce soprattutto l’apparato respiratorio e quindi interessa maggiormente il reparto di Pneumologia), si era arrivati a ricoverare in altri reparti fino a 27 pazienti. Ieri i ricoveri extralocati erano solo 9, di cui 1 solo di Pneumologia e gli altri 8 di Medicina. Segno evidente che l’influenza sta tirando i remi in barca.  I reparti-ospiti sono sempre Oculistica, Dermatologia e Otorino. Il reparto di Chirurgia toracica, per esempio, ieri aveva 12 posti liberi. Probabilmente, viene da pensare, il direttore sanitario Antonio Sanguedolce proporrà di revocare il blocco dei ricoveri programmati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.