Incrocio “maledetto” di via Roggerone messo in sicurezza, lavori della rotatoria conclusi

0
91

Sono conclusi i lavori per la nuova rotatoria posta all’altezza del settimo chilometro sulla Via per Frigole, all’incrocio con Via Roggerone, con contestuale ripristino della normale circolazione veicolare. Scopo dell’intervento quello di mettere in sicurezza un incrocio che negli anni è stato teatro di diversi incidenti, anche mortali.I lavori, che hanno avuto un costo di circa 300mila euro, hanno incluso la realizzazione, oltre alla rotatoria, di un anello ciclabile che agevola l’attraversamento della rotatoria per i ciclisti. Nei prossimi giorni l’aiuola centrale della rotatoria sarà piantumata con essenze di macchia mediterranea e le corsie di arrivo saranno dotate di bande rumorose.“Si tratta di un’opera pubblica che in altri casi avremmo salutato come un intervento ordinario sulla mobilità – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – e che invece in questo caso acquista un significato simbolico forte per la comunità leccese e in particolare per i residenti di Frigole, che da anni chiedono maggiore sicurezza stradale sulla principale via di collegamento con la città. Rivolgo per questo un pensiero di gratitudine a quanti negli anni hanno condotto una composta battaglia civile per sollecitare questo intervento, in particolare ai parenti delle persone che su quell’incrocio hanno perso la vita, lasciando nella comunità un vuoto che resta incolmabile. Realizzare questa rotatoria è un impegno che fin dalla passata amministrazione il Consiglio comunale tutto, senza distinzioni, aveva assunto e che oggi trova finalmente compimento. Ringrazio il settore Mobilità per essere riuscito a garantire il completamento dei lavori in tempo per la stagione estiva”.“Questo intervento migliora significativamente la sicurezza di un incrocio stradale ‘maledetto’, che negli anni passati è stato teatro di incidenti mortali – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – per noi è stata una priorità fin dal primo giorno dell’insediamento e se non avessimo dovuto subire l’emergenza Covid saremmo riusciti ad arrivare ancora prima al risultato. Abbiamo lavorato con grande impegno, come è nostro dovere, perché almeno potesse essere ultimato in tempo per la stagione estiva, quando il traffico verso la costa si intensifica considerevolmente. La nuova rotatoria prevede anche un anello ciclabile protetto, per garantire maggiore tranquillità anche a chi percorre questa strada in bicicletta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.