Impianto di biostabilizzazione di Poggiardo

0
631

Tanto tuonò che piovve!
L ‘incontro tenuto in Regione, convocato dal Dirigente Campobasso, risolve in parte il problema del conferimento dei rifiuti all’impianto di biostabilizzazione di Poggiardo a far data dal 22 luglio prossimo.

Da allora dovrebbero, finalmente, cessare i trasferimenti di rifiuti dall’impianto di Conversano. Dovrebbero…

Il danno ai cittadini di Poggiardo ed ai paesi limitrofi, però, resta; purtroppo le emissioni odorigene aumentate a dismisura in questo periodo a causa delconferimento di quantità abnormi di rifiuti hanno messo in grossa difficoltà la giàprecaria gestione dell’impianto in questione. I vicini paesi costieri hanno pagato il prezzo di una scelta sconsiderata di Vendola.

Va ricordato che il Sindaco di Poggiardo, a più riprese, aveva chiesto all’ARPA proprio una verifica costante delle emissioni maleodoranti che si sprigionavano dall’impianto, mediante il posizionamento del cosiddetto “naso elettronico”. Denunciando, altresì, lo sforamento del conferimento ordinato di 150 tonnellate giornaliere che, in alcuni casi, si è più che raddoppiato.

La disastrosa gestione dei Piano Regionale dei rifiuti da parte del Commissario Vendola è ormai sotto gli occhi di tutti. Ma lui e il “fido” assessore Nicastro continuano a chiedere il pagamento di ecotasse ai cittadini pugliesi a fronte di un ciclo dei rifiuti mai chiuso.

Va stigmatizzato il comportamento anche di quei Consiglieri Regionali che lo hanno approvato, salvo poi, in sede locale, ergersi a paladini del territorio.
Un tragicomico atteggiamento che sta portando alla continua penalizzazione del Salento.

Luigi Mazzei

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.