“Il sole e il gallo” di Mauro Scarpa e Alberto Giammaruco

0
448

ALBERTO GIAMMARUCO MAURO SCARPA O IJO CE O GADDHO “IL SOLE E IL GALLO”

Traduzione di SALVATORE TOMMASI

Domenica 15 novembre, a Trepuzzi (Le) nell’ambito della rassegna Bla Bla Bla dedicata alla promozione e alla diffusione della lettura per l’infanzia, alle 11.30 nei Locali di Via Pepe (ingresso gratuito) Mauro Scarpa presenterà “O ijo ce o gaddho. Il sole e il gallo”, libro-progetto in italiano e griko (traduzioni di Salvatore Tommasi), illustrato da Alberto Giammaruco, realizzato con Regione Puglia e con la collaborazione di Corte Grande e Kurumuny edizioni. L’autore inoltre terrà un mini laboratorio aperto al pubblico, occasione per giocare con il griko, conoscere le parole e confrontare le due lingue.

IL LIBRO “C’erano una volta un sole e un gallo…” comincia così, nel segno della classicità, una storia che si rivela subito senza tempo, un viaggio tra i colori e le parole, un viaggio in una terra, quella della Grecìa salentina, in cui le radici sono importanti come il presente e per questo vanno non solo amate, ma anche curate e tramandate.

La Grecìa salentina è un’isola linguistica ellenofona del Salento e comprende nove comuni nella provincia di Lecce; qui si parla il griko, un dialetto neo-greco, o, meglio, si parlava, restando ora per lo più come un tesoro nella lingua dei nonni, memoria scritta in poesie e canzoni ma destinata a perdersi senza una volontà di preservazione. In questo contesto e in questo territorio nasce O Ijo ce o gaddho. Il sole e il gallo, un libro per piccoli lettori, dedicato ai colori, un libro bilingue in cui il testo italiano segue il testo in griko.
La storia dell’albo, nella sua semplicità e con il testo breve e in stampatello, centra l’obiettivo di focalizzare l’attenzione dei lettori sui colori, alla presentazione dei quali si prestano i protagonisti della narrazione: il sole (tutto giallo) e un gallo con la sua cresta rossa, una collina verde, il cielo blu e poi, ancora, il buio della notte e la luce dell’alba, ad accompagnare il sonno su un cuscino bianco e il successivo risveglio che si ripetono, giorno dopo giorno.

MAURO SCARPA, è pedagogista e scrittore. Vive a Lecce dove lavora in progetti legati all’infanzia e all’adolescenza. Scrive tutti i giorni, conduce laboratori teatrali, allena squadre giovanili di pallavolo e, quando ne sente il bisogno, va in scena con i suoi spettacoli. La sua parola preferita è restituzione.

 ALBERTO GIAMMARUCO Da quando è diventato un po’ più grande si occupa soprattutto di comunicazione, e cioè di dare forma e immagine ai sogni di altri. Non disdegna però di illustrare idee e pensieri suoi propri, mentre corre tra nord e sud Italia cercando di innovare il suo linguaggio e pensare a cose belle. Disegna copertine per l’editoria grande, media e piccola (oltre a Kurumuny, Palgrave Macmillan, Luiss University press, Rubbettino, Manni Editori, AlfaMusic), partecipa alle antologie a fumetti (Kappa Edizioni), compone manifesti preferibilmente in formato 70×100, disegna animazioni low-fi (Polemonta/Luz, Luglio/LaRocha, Lampedusa/PaoloAntonio).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.