Il Foggia cede e il Lecce vola

0
429

Il Via del Mare apre i battenti alla 28^ giornata del campionato di serie B ed ospita il Foggia dell’ex Padalino che si presenta senza gli infortunati Deli, Martinelli, Galano, Ingrosso e Camporese e lo squalificato Gerbo, recupera Kragl e si affida in avanti a Iemmello e Mazzeo.
Liverani ritrova Petriccione in mezzo al campo dopo la squalifica e in avanti rinnova la fiducia alla coppia La Mantia – Falco con Mancosu tra le linee.
I Salentini in campo con una maglia celebrativa in onore del Lecce di mister Mimmo Renna che tornò in B dopo 27 anni e prima dell’inizio il vicepresidente Corrado Liguori dona la maglia a due protagonisti di quella fantastica stagione, Ruggero Cannito e Fortunato Loddi e al figlio di Mimmo Renna.

All’8°  Majer serve Falco in area che si gira e calcia ma Leali controlla senza problemi.
Padroni di casa sicuri e col petto in fuori prendono le redini della gara in mano dimostrando incisività a centrocampo. Al 13° La Mantia su corner schiaccia di testa ma non impensierisce particolarmente Leali.
Al 20° Majer la mette in mezzo, diventa un tiro, e Leali si salva in due tempi.
I minuti passano tra i tatticismi esasperati dei due tecnici e al 31° ci prova il greco Tachtsidis con un missile da fuori a rompere gli equilibri ma la sfera non colpisce l’obiettivo. Al 38° Falco danza sulla sfera porta a spasso tutti ma la sua conclusione carambola fuori. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione senza un tiro in porta da parte degli ospiti.
Appena 42 secondi e Petriccione con una conclusione costringe Leali al decollo e alla parata in volo.
I salentini però ci credono, martellano vogliono il gol e al 59°  La Mantia di testa, servito da Petriccione segna un  gol fantastico.
Padalino manda in campo Chiaretti al posto di Greco e passa col trequartista dietro le punte; ed il Foggia si rende pericoloso al 65° sull’asse Iemmello – Mazzeo, con quest’ultimo che si libera ma Tachtisidis ci mette una pezza.
Gli ospiti provano a reagire ma il Lecce tiene bene e cerca l’episodio per chiudere la gara.
Al 74° Liverani richiama in panchina l’ottimo Majer che esce tra gli applausi e getta nella mischia Tabanelli e al 79°  a Tachtisidis sfinito, entra al suo posto Arrigoni.
Al 89mo rosso diretto a Busellato per un fallo su La Mantia.
Vincere era l’imperativo di oggi per entrambe le squadre ma l’obiettivo è stato centrato dal Lecce che con un gol di La Mantia mette in ginocchio il Foggia e vola a 44 punti a ridosso dell’ingresso che porta direttamente in serie A.
Da rivedere il Foggia che dovrà stringere i denti per restare fuori dalla roulette dei playout.

Cannito, Loddi, Renna e Liguori (foto P.Pinto)

PRIMO TEMPO – Padalino manda in campo Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Ngawa, Greco, Agnelli, Busellato, Kragl; Iemmello, Mazzeo.
Liverani risponde con igorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Mancosu; Falco, La Mantia.
Il primo tempo termina sullo 0 a 0 dopo un minuto di recupero.
SECONDO TEMPO – Si apre con il Lecce in avanti e con un gran tiro a giro di Petriccione da fuori area che impegna Leali in tuffo.
IL TABELLINO

LECCE-FOGGIA 1-0

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (79° Arrigoni), Majer (74°Tabanelli); Mancosu; Falco, La Mantia. A disposizione: Bleve, Milli, Riccardi, Cosenza, Arrigoni, Tumminello, Haye, Marino, Saraniti, Felici, Pierno. Allenatore: Liverani

FOGGIA (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Ngawa (67° Cicerelli), Greco (64° Chiaretti), Agnelli (84° Matarese), Busellato, Kragl; Iemmello, Mazzeo. A disposizione: Noppert, Tonucci, Zambelli, CicerelliMarcucci, Boldor. Allenatore:Padalino

ARBITRO: sig. Luigi Nasca di Bari

ASSISTENTI: sig. Marco Bresmes di Bergamo e sig. Oreste Muto di Torre Annunziata; IV uomo sig. Luca Massimi di Termoli.

MARCATORI: 59° La Mantia (L)

AMMONITI: 24° Ranieri (F), 31° Laiacono (F), 39° Busellato (F), 64° Calderoni (L), 86° Lucioni (L), 92° Kragl (F)

ESPULSO: Busellato (F) al minuto 89

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.