“IL DECRETO SICUREZZA. ANALISI, PROBLEMI, PROSPETTIVE”

0
102

CONVEGNO IL 22 MARZO A UNISALENTO

“Il Decreto Sicurezza. Analisi, problemi, prospettive” è il tema del convegno in programma all’Università del Salento venerdì 22 marzo 2019, alle ore 16.30, nell’edificio 6 del complesso Studium 2000 (via di Valesio, Lecce). Organizzato dall’associazione Antigone Puglia e dal Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Ateneo, l’incontro mira appunto ad analizzare sotto il profilo tecnico-giuridico le principali questioni affrontate dal cosiddetto Decreto Sicurezza, sia per quanto riguarda l’ordine pubblico che con riferimento alle disposizioni sull’immigrazione.

Dopo i saluti del Direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo Fabio Pollice e della Presidente di Antigone Puglia Maria Pia Scarciglia, interverranno:

  • Stefano Anastasia, Garante dei diritti dei detenuti di Lazio e Umbria e docente di Filosofia del diritto all’Università di Perugia
  • Anna Caputo, Presidente Arci Lecce, Coordinamento leccese contro Decreto Sicurezza
  • Monica Mc Britton, docente di Diritto del lavoro all’Università del Salento
  • Alessandro Stomeo, avvocato associazione Antigone Puglia
  • Saverio Di Benedetto, docente di Diritto internazionale all’Università del Salento
A moderare l’incontro il giornalista Gabriele De Giorgi.
L’associazione Antigone, “per i diritti e le garanzie nel sistema penale”, è nata alla fine degli anni ottanta nel solco della omonima rivista contro l’emergenza promossa, tra gli altri, da Massimo Cacciari, Stefano Rodotà e Rossana Rossanda. È un’associazione politico-culturale cui aderiscono prevalentemente magistrati, operatori penitenziari, studiosi, parlamentari, insegnanti e cittadini che a diverso titolo si interessano di giustizia penale. In particolare, Antigone promuove elaborazioni e dibattiti sul modello di legalità penale e processuale in Italia e sulla sua evoluzione; raccoglie e divulga informazioni sulla realtà carceraria, sia come lettura costante del rapporto tra norma e attuazione, sia come base informativa per la sensibilizzazione sociale al problema del carcere anche attraverso l’Osservatorio nazionale sull’esecuzione penale e le condizioni di detenzione; cura la predisposizione di proposte di legge e la definizione di eventuali linee emendative di proposte in corso di approvazione; promuove campagne di informazione e di sensibilizzazione su temi o aspetti particolari, comunque attinenti all’innalzamento del modello di civiltà giuridica in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.