IL CANTO DEL PANE DI ANGELA DE GAETANO IL 13 MAGGIO A LECCE

0
266

IL CANTO DEL PANE DI ANGELA DE GAETANO IL 13 MAGGIO A LECCE

Venerdì 13 maggio (ore 20.45 – ingresso 10/8 euro) sul palco del Teatro Paisiello di Lecce andrà in scena “Il canto del pane“, spettacolo di ARTErìa – Associazione d’arte e Cultura, organizzato da Calibro Forza 10, diretto dall’attrice, autrice e regista salentina Angela De Gaetano.

“Il canto del pane” è uno spettacolo tratto da un testo di narrative art “La favola del pane” di Dario Carmentano. Con “La favola del pane” l’autore si addentra nelle vicende di Bellina, una ragazza rimasta orfana di padre, il cui canto è capace di creare un mondo denso di mistero e magia. Sboccerà l’amore tra Bellina e un bel giovane straniero, con tutte le conseguenze di questo sentimento. In questa storia, protagonista è senza dubbio il pane, con il suo profumo inebriante, che si spande all’alba, insieme al canto melodioso della ragazza. L’intento dell’autore, artista visivo, è di presentarci il pane come una “scultura antropologica”, frutto del sudore dei contadini, che con forza hanno lavorato la terra, e delle mani delle donne che lo hanno impastato con amore. Il pane come opera d’arte. Il paesaggio come luogo di vita e di cultura in cui interpretare il senso del “fare umano”. Un viaggio suggestivo nell’incanto di Matera con Angela De Gaetano, Nando Irene, Anna Rosa Matera, Giovanna Staffieri. Il testo e gli elementi di scena sono di Dario Carmentano; i costumi di Marilena Girardi, le musiche di Loredana Paolicelli; gli arrangiamenti e le interpretazioni di Nucleo Theatrón Ensemble. L’audio è a cura di Angelo Cannarile e le luci sono di Franz Catacchio. Subito dopo lo spettacolo è previsto un incontro pubblico con lo staff artistico.

Prodotto nell’ambito del “Festival dei Paesaggi del Grano” e inserito nel dossier di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, lo spettacolo ha debuttato nel luglio 2015 nella Casa Cava nei Sassi del capoluogo lucano. Lo staff (composto da artisti, tecnici e collaboratori lucani e pugliesi) è espressione di un connubio che affonda le sue radici nel Sud ed è pronto a viaggiare in tutto il mondo. Dopo il debutto e le tappe in Basilicata, lo spettacolo è stato già rappresentato a Parigi nel centro polifunzionale del Tour des Dames e dopo Lecce proseguirà il tour a Sofia.

«Ho scelto di affidare il testo della favola a tre attori e di rendere corale questa narrazione per far emergere con chiarezza la voce potente di una comunità intera, che sente la necessità di raccontare se stessa attraverso un’antica tradizione», sottolinea Angela De Gaetano. «Dopo il prologo, gli attori accompagnano lo spettatore nelle delicate atmosfere di una favola suggestiva, legata alla bontà del pane di Matera. Ho progettato la costruzione dello spettacolo attraverso una matrice fisica ed emotiva. Sono partita dai corpi degli attori in scena, mettendoli nelle condizioni di danzare tra i personaggi e di lasciarsi attraversare dal fluire delle parole, come in un canto polifonico ebbro di infinito, che esplode nel legame carnale con la terra. Ho voluto creare una visione in cui sensualità e spiritualità si fondono in un abbraccio: un inno alla vita, all’autenticità».

Fondata nel 1990 nel Sasso Barisano di Matera, l’Associazione Arterìa si distingue per i diversi ambiti dell’arte e del pensiero in cui opera (arti visive e applicate, musica, teatro, letteratura, cinematografia, antropologia, educazione permanente e formazione). Da 25 anni organizza e promuove eventi culturali e sociali, attività di formazione e attività editoriali.

Angela De Gaetano inizia il suo percorso artistico nel 2002 con “4:48 Psychosis” di Sarah Kane, diretta da Simona Gonella. Fino al 2009 è attrice in molte produzioni di Koreja – Teatro Stabile di Innovazione del Salento. Successivamente collabora con altre compagnie teatrali pugliesi (Factory, Maccabeteatro, Il Cerchio di Gesso, TerrammareTeatro) interpretando, tra gli altri, diversi ruoli femminili dei drammi shakespeariani. Partecipa alla creazione di spettacoli di successo, tra cui Paladini di Francia di Francesco Niccolini, Premio Associazione Nazionale Critici del Teatro, nel 2009. Segue il laboratorio di scrittura creativa con Renata Molinari (progetto regionale promosso da cinque realtà teatrali pugliesi). Approfondisce l’analisi del testo con Barbara Nativi, nell’ambito di Intercity-Connections (Riccione) nel 2004. Partecipa inoltre a seminari con esponenti di spicco del teatro contemporaneo nazionale e internazionale: Marco Baliani, Emma Dante, César Brie, Mario Perrotta, Augusto Omolù, Francesca Della Monica, Antonio Viganò, Mariagrazia Mandruzzato, Gennadi Nikolaevic Bogdanov. “Bocche di dama” (2013) rappresenta il suo debutto alla drammaturgia e alla regia. Inoltre, nel 2015 firma la regia dello spettacolo “Il canto del pane” per ARTErìa Associazione d’arte e cultura di Matera.www.angeladegaetano.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.