Guardia di Finanza salva 27 migranti Pakistani e Siriani

0
419

Poco dopo la mezzanotte è giunta uFoto 01na telefonata alla Questura di Lecce da un’utenza cellulare, risultata proveniente da una zona compresa tra il Ciolo e Marina di Serra, con cui in modo generico e in lingua inglese, veniva richiesto aiuto.

Tempestivamente, sulla base di consolidate procedure in vigore, la Questura attivava le Forze di Polizia e la Capitaneria di Porto, per l’avvio delle operazioni di ricerca.

Venivano così convogliati nell’area segnalata anche i mezzi aeronavali delle Fiamme Gialle, già presenti nelle vicinanze in attività di contrasto ai traffici illeciti. Alle ore 02.00, quindi, un elicottero del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto localizzava, a poche miglia al largo di Gagliano del Capo (LE), l’imbarcazione che, a luci spente e con a bordo numerosi occupanti, dirigeva a lento moto verso la costa.

Sul posto venivano fatte convergere due motovedette veloci del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, che raggiungevano, in pochi minuti, l’imbarcazione con i migranti. Valutate le condizioni dell’imbarcazione e lo stato del mare, il mezzo carico di migranti veniva scortato con le dovute cautele fino al porto di Leuca.

Arrivati in banchina, alle ore 04.00, gli equipaggi delle unità navali e le pattuglie del foto 02Comando Provinciale della Guardia di finanza di Lecce, con il supporto dei sanitari, controllavano il mezzo, un gozzo di colore bianco e blu di 12 metri di lunghezza, battente bandiera greca e trovavano a bordo 27 cittadini extracomunitari adulti, maschi, di provenienza pakistana, siriana, bengalese e palestinese. I migranti, provati dalla faticosa traversata, sono stati immediatamente rifocillati ed assistiti dai militari e dal personale sanitario giunto nel porto di Leuca.

Il gruppo è stato trasferito presso il centro “Don Tonino Bello” e sono in corso approfondimenti per verificare la presenza tra i migranti di eventuali scafisti nonché la provenienza e la rotta seguita dall’imbarcazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.