Giunta regionale

0
64

Giunta regionale.

Sintesi dei principali argomenti discussi ed approvati dalla Giunta regionale:

Approvato dalla Giunta regionale lo schema di Convenzione tra Regione Puglia e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento, finalizzato allo svolgimento coordinato di attività volte alla conoscenza, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale del territorio salentino. Il direttore del Polo Biblio-museale di Lecce, dr. Luigi De Luca è stato delegato  alla sottoscrizione della stessa Convenzione.

La Giunta regionale  ha disposto l’adesione della Regione Puglia all’Associazione “Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime d’Europa – C.R.P.M.” con sede in Rennes (Francia) per l’anno 2020. Con lo stesso provvedimento l’Esecutivo ha quindi approvato la spesa di € 54.891,00 a carico del bilancio regionale.

La Giunta regionale ha disposto la conferma dell’adesione all’Associazione P.O.L.I.S. – European Cities and Regions Networking for innovative transport solutions con sede in Bruxelles, per l’anno 2020. Costo della quota associativa a carico del Bilancio  regionale € 10.395,00

La Giunta regionale, deciso di continuare ad avvalersi  del Centro Interregionale di Studi e Documentazione – C.I.N.S.E.D.O.,  ha confermato l’adesione per l’anno 2020. Quota a carico del bilancio autonomo regionale,€ 180.992,00.

La Giunta regionale ha disposto la conferma dell’adesione  alla Fondazione “Gianfranco Dioguardi” con sede in Bari, per l’anno 2020. L’Esecutivo  ha  di conseguenza  autorizzato la spesa di € 15.000,00  sul bilancio autonomo.

La Giunta regionale ha disposto la conferma dell’adesione all’Associazione ITACA – Istituto per l’Innovazione e Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale con sede in Roma, per l’anno 2020, autorizzando quindi la spesa di € 12.000,00 a carico del Bilancio Autonomo Regionale.

Approvato dalla Giunta regionale lo schema del ddl che istituisce l’Albo Regionale delle istituzioni di Alta Cultura.

“ Un analogo albo è già attivo sin dal 2003 – si legge nella relazione che accompagna  il ddl -presso la Regione Campania e comprende celebri e storiche accademie, centri di cultura e ricerca, associazioni, fondazioni e istituti.  “Il procedimento di iscrizione all’albo potrà essere gestito dalla Presidenza col parere di un comitato  scientifico ad hoc istituito.  “La legge proposta consentirà un censimento ricognitivo delle eccellenze pugliesi in tema di diffusione  e valorizzazione della cultura e della scienza, che abbiano dimostrato una tradizione d’impegno negli  studi e nella ricerca scientifica e umanistica, in un contesto che dia lustro nazionale e internazionale  alle istituzioni culturali più rappresentative e prestigiose operanti in Puglia. “

Adottato dalla Giunta regionale lo schema del nuovo Regolamento che sostituisce  il Regolamento Regionale 27 dicembre 2012, n. 35Regolamento per la definizione delle modalità per la concessione dei finanziamenti ai progetti in favore delle minoranze linguistiche in Puglia. Legge Regionale 22 marzo 2012, n. 5”, aggiornando le disposizioni in esso contenute.

Il nuovo regolamento che si propone di approvare conferma l’impianto complessivo di quello vigente, aggiornando le disposizioni in esso contenute.

La Giunta regionale ha approvato i criteri per il riparto del Fondo per il Sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita sino ai sei anni.  In linea con la riforma del Sistema di educazione e istruzione, il provvedimento varato oggi dall’Esecutivo, mira a recepire le linee della riforma in atto definendo i criteri per il riparto delle risorse assegnate a valere sul Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a sei anni per l’annualità 2020.

La Giunta regionale ha  approvato, ricorrendone le condizioni previste, lo schema di Accordo ai sensi dell’art. 15 della Legge n. 241/1990 e s.m.i. tra Regione Puglia e Amministrazione provinciale Barletta-Andria-Trani – finalizzato ad assicurare la realizzazione di interventi per fronteggiare la grave situazione di emergenza e di allarme sociale connessa allo stato di degrado del complesso scolastico Cassandro Nervi Fermi e di porre in essere misure finalizzate a garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche in prossimità dell’avvio del nuovo anno scolastico, adottando all’uopo le azioni più idonee.

La Giunta regionale ha confermato l’adesione  alla Fondazione Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali – I.P.R.E.S. con sede in Bari, autorizzando la spesa di € 550.000,00 a carico del Bilancio Autonomo Regionale.

Approvato dalla Giunta l’intervento da 40 milioni di euro finalizzato al “Reimpianto olivi in zona infetta” come previsto dal “Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia” per gli anni 2020 e 2021. Il provvedimento regionale approva i criteri e le modalità di concessione dei contributi previsti dal decreto interministeriale 2484/2020.

La Giunta  regionale ha  deciso di riprogrammare tutte le attività dei Distretti Urbani del Commercio, fornendo ulteriori indicazioni in merito alle scadenze dei progetti approvati con i bandi DUC (A.D. n°96/2017 e A.D. n°186/2018), come di seguito specificato:

  • per il 1° Bando DUC (D. n°96/2017): di stabilire che la realizzazione degli interventi finanziati deve essere ultimata entro e non oltre il 31 luglio 2021;
  • per il 2° Bando DUC (D. n°186/2018): di stabilire che la realizzazione degli interventi finanziati deve essere ultimata entro e non oltre il 31 luglio 2022;

 Con la stessa delibera, l’Esecutivo precisa che:

  • I Documenti Strategici del Commercio devono essere regolarmente adottati da tutti i Comuni che hanno presentato istanza ad uno o entrambi i bandi DUC (D. n°96/2017 e A.D. n°186/2018) entro e non oltre il 31 luglio 2021;

Il beneficiario deve comunicare tempestivamente l’avvenuta ultimazione del progetto e impegnarsi ad inviare, nei successivi due mesi, la documentazione richiesta per la liquidazione del saldo del contributo.

La Giunta regionale, preso atto che è tuttora in vigore l’Accordo per il Credito 2019, sottoscritto dall’ABI con le Associazioni delle imprese (Deliberazione del 25.11.2019, n. 2137), in forza del quale le imprese possono chiedere alle banche aderenti la sospensione del pagamento delle rate, nonché l’allungamento del piano di ammortamento entro il termine di validità dell’accordo, che è fissato al 31 dicembre 2020, ha prorogato, per le MPMI ( Micro, Piccole e Medie Imprese), la sospensione fino al 31 dicembre 2020, in analogia con il termine previsto nell’Accordo per il credito 2019 già menzionato,   dei mutui concessi dall’Amministrazione Regionale, per il tramite di Puglia Sviluppo S.p.A., a valere sugli strumenti denominati “NIDI”, “Tecnonidi”, “Microcredito” e “Fondo a favore delle Reti per l’Internazionalizzazione”, traslando il piano di ammortamento dello stesso periodo.

La Giunta regionale ha approvato l’azione sperimentale regionale “PROACTIVE TRAINING 2”, destinata agli studenti del 1° e 2° ciclo, proposta dalla rete G.E.T.,  ed ha autorizzato , per la realizzazione della predetta azione, la spesa complessiva di € 100.000,00.

L’Esecutivo  ha, con la stessa  delibera, autorizzato  l’erogazione anticipata del finanziamento, con obbligo, a carico della scuola capofila IISS “Marco Polo” di Bari, di presentazione della rendicontazione finale, a conclusione delle attività progettuali.

Cassa Integrazione in deroga. La Giunta regionale, facendo  proprio il testo dell’ “Accordo tra Regione Puglia e Parti Sociali per la fruizione dell’indennità di cui all’art.1, commi 251 e ss. della legge 30 dicembre 2018, n.145, come sostituiti dall’art. 87 del D.L. 19 maggio 2020 n. 34”, ha  ratificato le intese raggiunte tra le parti istituzionali e sociali in data 07 luglio 2020.

La Giunta ha dato atto che per il riconoscimento dell’indennità in questione, è destinato l’importo di € 5.000.000,00 a valere sulle risorse residue di cui all’art. 44, comma 6 bis del D.Lgs n. 148/2015, in attesa della necessaria certificazione da parte di INPS. L’indennità di cui all’art. 1 c.251 della L. 145/2018 sarà concessa esclusivamente previa verifica della disponibilità finanziaria da parte dell’INPS.

La Giunta regionale ha rilasciato il parere favorevole di compatibilità paesaggistica sull’Adeguamento del PUG di Campi Salentina al PPTR.

Approvato, dalla Giunta regionale,  l’aggiornamento del “Piano per la gestione dei rifiuti prodotti da navi e dei residui del carico per il Porto di Taranto”.

La Giunta regionale  ha deciso di  dare indirizzo alla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche di esprimere parere favorevole alle richieste di costituzione di parte civile per avvenuta lesione dell’immagine, del prestigio e della reputazione della Regione Puglia, nei seguenti casi:

  1. reati ambientali che interessino aree naturali protette [individuate ai sensi della L.394/1991, ai sensi della L.R. 19/1997 ed i siti della Rete Natura 2000 ai sensi delle Direttive 92/43/CEE (habitat) e 2009/147/CEE (uccelli)] e che siano costituiti da:
  1. abbandono e deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi come definito nelle “Linee guida per la rimozione del deposito incontrollato di rifiuti” approvate con D.G.R. n. 6 del 12.01.2017;
  2. abbandono e/o deposito incontrollato di rifiuti che configuri la fattispecie della discarica abusiva come definita nelle “Linee guida per la rimozione del deposito incontrollato di rifiuti” approvate con D.G.R. n. 6 del 12.01.2017;
  3. esercizio di attività estrattiva in assenza di valido titolo autorizzatorio;
    1. reati ambientali che comportino contaminazione ambientale accertata attraverso l’analisi di rischio sanitario-ambientale ai sensi dell’art. 242 del D.Lgs. n.152/2006 e s.m.i.;
  4. che la Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche fornisca ogni utile elemento istruttorio esclusivamente in relazione alla contaminazione ambientale conseguente all’avvenuta commissione dei reati di cui al punto II., fermo restando il contributo istruttorio da trasmettere all’Avvocatura Regionale dalle competenti Sezioni Regionali relativamente ai reati ambientali che interessino aree naturali protette;
  5. che la quantificazione della misura della lesione dell’immagine, del prestigio e della reputazione conseguente alla commissione di reati ambientali, sia rimessa al Servizio/Sezione competente che potrà riservarsi di effettuarla all’esito dell’istruttoria dibattimentale, sulla base delle indicazioni dell’Avvocatura, ai fini del deposito delle conclusioni;
  6. che nei casi di particolare complessità potranno essere nominati consulenti tecnici di parte che quantificheranno la misura della lesione dell’immagine, del prestigio e della reputazione sulla base di dati e informazioni specifici forniti dai Servizi/Sezioni competenti.

La Giunta regionale ha  approvato lo Schema di Atto Unilaterale d’Obbligo per la realizzazione del Programma Regionale “Dottorati di ricerca in Puglia XXXVI Ciclo”, disciplinante i rapporti fra Regione Puglia ed Università beneficiarie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.