FSI/USAE LECCE

0
81

SOLLECITO PAGAMENTO PRODUTTIVITA’ COLLETTIVA (PERFORMANCE) ANNO 2017

AL DIRETTORE GENERALE, AL DIRETTORE AMMINISTRATIVO, AL DIRETTORE SANITARIO, AL DIRETTORE AREA GESTIONE DEL PERSONALE, AL DIRIGENTE RELAZIONI SINDACALI, AZIENDA SANITARIA LOCALE LECCE

 La scrivente O.S. ritiene di rappresentare alle SS.LL. il rispetto degli impegni assunti dalla Direzione Strategica della ASL di Lecce con l’adozione del Piano della Performance della ASL di Lecce, relativo agli anni 2017-2019 (giusta delibera n.°256  del 31/01/2017).

Pertanto, alla luce di quanto sopra, riteniamo di sollecitare le SS.LL. che  l’istituto indicato in oggetto sia corrisposto al massimo con cedolino extra entro la prima decade del mese di Aprile 2019.

Si rammenta che tutto il personale avente diritto a tale retribuzione risente ormai una insufficiente crescita delle retribuzioni che è uno dei fattori che impediscono il ritorno ad una “normale” dinamica dell’inflazione e quindi una economia in salute.

La misurazione e la valutazione delle performance sono volte al miglioramento della qualità dei servizi offerti dall’ASL di Lecce, nonché alla crescita delle competenze professionali, attraverso la valorizzazione del merito e l’erogazione dei premi per i risultati raggiunti dai singoli dipendenti e dalle unità organizzative.

L’Azienda  è tenuta a misurare ed a valutare le performance con riferimento all’Amministrazione nel suo complesso, alle unità organizzative o aree di responsabilità, ai singoli dipendenti, mediante la gestione del “ciclo delle performance” .

Tale percorso e procedure dell’Anno 2017 si è concluso entro il mese di Aprile 2018,e quindi non si comprendono i motivi di tale ritardo, in particolare tutti i dipendenti della ASL di Lecce che giornalmente svolgono il proprio dovere per assicurare i livelli essenziali di assistenza, non si spiegano il mancato e ritardato pagamento della Produttività Collettiva suindicata , previsto il relativo saldo al massimo con la mensilità di marzo 2019.

Certi, di ricevere a stretto giro di posta, entro e non oltre 10 gg. della presente, un favorevole riscontro, in caso contrario nostro malgrado saremo costretti ad intraprendere ogni forma di lotta sindacale consentita dalle vigenti norme che regolano i diritti e lo statuto dei lavoratori per il mancato riconoscimento dei loro diritti con la proclamazione dello stato di agitazione .

In attesa, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.

IL SEGRETARIO TERRITORIALE

 Francesco Perrone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.