FSI LECCE COMUNICATO STAMPA CONFERENZA ECM FSI 2016

0
269

“DIRITTO ALLA SALUTE E SOSTENIBILITA’ NELLA ASL DI LECCE” CAMPI SALENTINA(LE) 2-3-9-10 DICEMBRE 2016

A TALE EVENTO SARANNO PRESENTI  OLTRE 200 PARTECIPANTI DA TUTTA LA REGIONE PUGLIA, INIZIANDO DALLA GIORNATA INAUGURALE DEL 2 DICEMBRE 2016 ALLE ORE 15,30, LE AUTORITA’ ISTITUZIONALI DELLA REGIONE PUGLIA,DELLA ASL DI LECCE, DEL COMUNE DI CAMPI SALENTINA E DELLE ASSOCIAZIONI,COLLEGI, ECC, DISCUTERANNO DELL’ATTUALE MOMENTO POLITICO-SINDACALE DOVE E’ ALL’ORDINE DEL GIORNO  IL PIANO OPERATIVO DEL “riordino ospedaliero previsto con DGR 29 febbraio 2016, n. 161 Regolamento Regionale: “Riordino Ospedaliero della Regione Puglia ai sensi del D.M.70/2015 e della Legge di stabilità 28 dicembre 2015, n.208. Modifiche e integrazione del R.R. n.14/2015” per le Aziende del Servizio sanitario nazionale della Regione Puglia che è oggetto corrente e costante di discussione, in particolare con grandi cambiamenti e mutamenti che si prevedono per la ASL di Lecce”.
NELLA STESSA GIORNATA INAUGURALE ,SI DISCUTERA’ ANCHE DI MOBILITA’ REGIONALE E STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE SANITARIO, PRIMA DI ENTRARE NEL MERITO CON IL TEMA DELLA CONFERENZA, OLTRE MODO ATTUALE , IN QUANTO IL PIANO DI RIORDINO UNA VOLTA ATTUATO, PRODURRA’ IL DIRITTO ALLA SALUTE E LA PROPRIA SOSTENIBILITA’ DELL’AZIENDA SANITARIA DI LECCE.

Obiettivi:  La Conferenza ha lo scopo di sensibilizzare gli operatori del servizio Sanitario Nazionale sul tema della programmazione regionale con particolare riferimento al piano di riordino ospedaliero che è oggetto corrente e costante di discussione, in particolare per i notevoli cambiamenti che si prevedono per la ASL di Lecce. Tutto ciò in presenza già di enormi difficoltà (chiusura di servizi, mancata approvazione dell’Atto Aziendale, mancato aggiornamento delle dotazioni organiche, blocco della spesa, obbligo di pareggio di bilancio). Le fonti normative sono fondamentalmente il D.M. n. 70/2015 e la Legge di stabilità 2016.

La programmazione della rete ospedaliera e dell’offerta territoriale obbliga a scelte di diversificazione per livelli di specializzazione tra strutture e di definizione di precise competenze e dotazioni in grado di coniugare l’equità nell’accesso ai servizi sanitari con la qualità e la sicurezza degli utenti e degli operatori; è su questi obiettivi che si dovranno concentrare i necessari investimenti, nella consapevolezza che il riassetto della rete ospedaliera non può consistere soltanto nel trasferimento di servizi al territorio, ma deve privilegiare dotazioni coerenti con le funzioni, alti livelli d’integrazione delle competenze e la ricerca costante di qualità e di adeguati volumi di attività per garantirne il mantenimento. L’integrazione ospedale territorio rappresenta un obiettivo strategico di tutte le aziende sanitarie. Al territorio viene chiesto di integrarsi con l’ospedale per l’accesso ai servizi ospedalieri, dall’altro nella presa in carico efficace dei pazienti dimessi. All’ospedale viene contemporaneamente chiesto di ripensare la propria organizzazione e modalità di gestione alla luce delle nuove innovazioni gestionali come ad esempio l’intensità di cura. Destinatari: Tutte le professioni sanitarie ECM

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.