EZECHIELE LEANDRO. STORIA, IMMAGINARIO E VISIONI DI UN ARTISTA BABELICO

0
286

EZECHIELE LEANDRO. STORIA, IMMAGINARIO E VISIONI DI UN ARTISTA BABELICO

L’incontro con il curatore Lorenzo Madaro, promosso dal Presidio del libro, è dedicato all’artista Ezechiele Leandro (Lequile, 1905 – San Cesario di Lecce, 1981), attraverso analisi sulla sua ricerca artistica, proiezioni di materiale documentario e fotografico, in parte inedito, e riflessioni sulla bibliografia dedicata alla sua biografia e alla sua opera.

L’incontro sarà introdotto da Giuseppe Zilli, direttore del Presidio del libro di San Donato.

Nella vicina San Cesario, Ezechiele Leandro ha trascorso gran parte della sua esistenza, realizzando opere attraverso numerosi linguaggi: dalla pittura al disegno, dalla scultura all’assemblaggio, al collage, all’installazione. Una ricerca estremamente eclettica, complessa e al contempo spontanea, primitiva, come egli stesso amava ripetere: un’indagine che riguarda l’uomo e l’esistenza, ma anche valori universali come il sacro e la religione, in un continuo alternarsi di simboli e allegorie che costituiscono il nucleo centrale di un artista completamente avulso da mode e attitudini, ma con uno sguardo attivo verso alcune esperienze delle avanguardie storiche, dal Dadaismo di Duchamp a taluni risvolti primitivo-cubisti di Picasso. Ma al contempo tutta la sua esperienza artistica è mutante e non classificabile in una o più aree definite. In via Cerundolo, a San Cesario, ha realizzato il suo capolavoro, il Santuario della pazienza, grande opera di visionarietà e progettualità complesse, che sarà analizzata durante il talk con Lorenzo Madaro, che è stato tra i curatori – con Antonella Di Marzo, Brizia Minerva e Tina Piccolo – della recente retrospettiva Leandro unico primitivo, promossa dalla Soprintendenza belle arti e paesaggio per le province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia, con il sostegno del Mibact – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, in collaborazione con la Soprintendenza belle arti e paesaggio per le province di Lecce, Brindisi e Taranto, il Polo museale della Puglia, il museo Sigismondo Castromediano di Lecce, il Comune di San Cesario e con il contributo della Regione Puglia – Assessorato all’industria turistica e culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.