Estorsione aggravata, la Procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio per Fabrizio Miccoli

0
222

Estorsione aggravata, la Procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio per Fabrizio Miccoli

Estorsione aggravata dal metodo mafioso: è questa l’accusa con cui la Procura di Palermo ha chiesto il rinvio dell’ex calciatore di Benfica, Juventus, Fiorentina, Palermo e Lecce, Fabrizio Miccoli.

Per il 37enne salentino prosegue l’odissea giudiziaria: secondo l’accusa, l’ex giocatore, per mezzo di Mauro Lauricella, figlio del boss Antonino, avrebbe messo in moto una richiesta estorsiva nei confronti di un imprenditore palermitano, Andrea Graffagnini, con un debito da 12mila euro con un ex fisioterapista del Palermo, all’epoca in cui Miccoli militava nella squadra rosanero.

Toccherà ad un altro giudice dell’udienza preliminare vagliare le tesi accusatorie. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.