Emiliano, retromarcia sul numero dei consiglieri regionali: “50 sono pochi”

0
253

Emiliano, retromarcia sul numero dei consiglieri regionali: “50 sono pochi”

Impossibile affrontare la mole di lavoro in 10. Troppo ciò che c’è da fare e troppo pochi gli assessori per farlo. E anche i 50 consiglieri, in realtà, sono insufficienti. Michele Emiliano ci ripensa e fa pubblica ammenda.

Il governatore è sempre stato favorevole al taglio dei costi della politica e, quindi, al taglio del numero dei consiglieri. Ma ieri, durante la seduta di Consiglio regionale, ha pubblicamente ammesso che “così è difficile andare avanti”.

“Cinquanta consiglieri e non più 70 sono obiettivamente pochi – ha fatto notare – “del resto i padri costituenti della Regione Puglia non erano mica matti quando hanno creato lo statuto decidendo che dovessero essere 70. In fondo, su 4 milioni di cittadini, sarebbero anche pochi”.

Ma tant’è, perché il taglio degli scranni, partito dalla Puglia, è divenuto obbligatorio per effetto della norma nazionale varata dal governo Monti. Certo è che una giunta a 10 è proibitiva. “A giorni – ha annunciato Emiliano – invierò a tutti i miei assessori una lettera in cui gli esonero dal partecipare agli eventi non obbligatori. Tra i continui viaggi a Roma e tutto il resto – ha detto all’Aula – non siamo più in grado di reggere gli impegni. E di lavoro ce n’è davvero tanto. Siamo in difficoltà enorme. Mi devo ricredere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.