E-SOUND

0
71

Musica Elettronica in Conservatorio Omaggio a Pierre Henry venerdi 25 – sabato 26 maggio 2018 ore 21.00

Auditorium Conservatorio Tito Schipa Via Ciardo 1 – Lecce

Consueto appuntamento nella stagione concertistica del Conservatorio “Tito Schipa” con la musica elettronica.

La rassegna “I concerti del Conservatorio” – #perlacittàdilecce, da quest’anno in sinergia con l’Amministrazione comunale della Città, è giunta alla quinta edizione e vanta un cartellone di altissima qualità, per l’accurata selezione musicale e per la varietà dei repertori che garantiscono di volta in volta momenti musicali di grande prestigio.

Venerdì 25 e Sabato 26 Maggio 2018, alle ore 21.00, l’Auditorium del Conservatorio del capoluogo salentino ospiterà i concerti di musica acusmatica, particolare genere di musica elettronica per altoparlanti. E-SOUND – Musica Elettronica in Conservatorio sarà un omaggio a Pierre Henry, compositore francese, allievo di Olivier Messiaen e Nadia Boulanger, considerato uno dei pionieri della musica concreta ed elettronica.

Saranno dunque eseguite musiche di P. Henry, ma anche di giovani compositori laureati nei Conservatori della Rete Acusmatica (Parigi, Osaka, Bari, Lecce), e cioè di Y.Nagamatsu, C. Amano, M.Seki, Y. Yamashita, T. Ushiyama, Y.Ohtsuka, J.D.Torres Tolosa, P. Le Goff, F.Marchionna, D.Diurisi, D.De Pascali.

Ad eseguirle l’ interprete acusmatico Danilo Girardi e gli studenti: Alessandro Duma, Alessandro Ferraro, Vincenzo Procino, Luca Risconi, Francesco Rizzo.

L’Arte Acusmatica è un particolare tipo di “musica elettronica” che si fruisce in sala solo mediante una rete di altoparlanti gestita da un musicista-interprete al buio, in una situazione simile a quella cinematografica.

Le opere, come i film, sono su supporto, solo suoni su supporto: ieri analogico (il nastro magnetico) oggi digitale (Cd, Dvd, qualunque tipo di supporto di memorizzazione).

Nata nel secondo dopoguerra, con Schaeffer in Francia e Stockhausen in Germania, ha vissuto un incremento quantitativo con lo sviluppo del digitale e degli studi di registrazione a dimensione personale, per cui oggi il repertorio consta di decine di migliaia di opere.

Il genere fa parte dell’area “colta” delle arti sonore (dedicata ad una fruizione sostanzialmente meditativa e concentrata sul suono)  ma confina (o “sconfina”) anche in alcune aree della popular music (dedicata maggiormente ad una fruizione corporea e non necessariamente concentrata) come segmenti della techno o del rock più sperimentale.

La Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Lecce è nata nell’Anno Accademico 2005 – 2006.

A partire dal 2007-2008 la Scuola si è strutturata nel Nuovo Ordinamento, caratterizzandosi per una grande attenzione all’arte acusmatica nel Triennio ed un successivo approfondimento delle altre discipline elettroacustiche al Bennio superiore. Sono stati organizzati seminari di composizione acusmatica con Denis Dufour, Lionel Marchetti e Brunhild Meyer Ferrari; di proiezione acusmatica con Jonathan Prager e Paul Ramage nell’ambito degli scambi Erasmus e del progetto Suona Francese, in collaborazione con l’ Ambasciata di Francia in Italia e l’Institut Français. In Conservatorio è stato allestito un acusmonium munito di 20 altoparlanti e con esso sono stati promossi concerti partecipando alla giornata internazionale dedicata all’anniverario del “Concert de Bruits” di Pierre Schaeffer (1948-2008) , alla rassegna Musicultura (Lecce 2008), “Il 900 in musica” (Brindisi 2010) ed al festival Silence.

Per due volte un allievo della Scuola è stato finalista al Premio Nazionale delle Arti bandito dal Miur, conseguendo nella seconda occasione il primo premio.

La Scuola è articolata da alcuni anni in due cattedre: Composizione musicale elettroacustica (docente attuale Franco Degrassi) ed Esecuzione ed interpretazione della musica elettroacustica (docente attuale Cesare Saldicco) e nei seguenti insegnamenti: Composizione Musicale Elettroacustica, Storia della Musica Elettroacustica, Acustica, Elettroacustica, InformaticaMusicale, Teorie della Percezione Sonora e Musicale, Campionamento sintesi ed elaborazione digitale dei suoni, Esecuzione ed interpretazione della musica elettroacustica, Analisi della musica elettroacustica, Musica Media e tecnologie, Storia delle tecnologie elettroacustiche, cui si aggiungono materie inerenti la formazione musicale più generale.

L’accesso alla Scuola avviene mediante esame di ammissione, la Laurea Triennale è vincolata al possesso di un diploma di Scuola secondaria superiore (conseguibile anche a studi musicali in corso) ed è compatibile con la frequenza di una Facoltà Universitaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.