DEGRADO AL PARCO TRAX ROAD: INTERVENTO DEL CONSIGLIERE ANDREA GUIDO

0
277
Apriamo uno o più chioschi, istalliamo le telecamere di video sorveglianza o recintiamo il parco e diamolo in gestione. Qualsiasi cosa a questo punto. Ma diamoci una mossa, usciamo da questo immobilismo, non se ne può più! Il parco Trax Road deve essere usato e deve essere vissuto, altrimenti i risultati sono questi: degrado, sporcizia, abbandono e pericolo, soprattutto per i più piccini.
Vengo a sapere in queste ore dell’ennesimo proclamo dell’Amministrazione Comunale sulla decentralizzazione e/o delocalizzazione degli eventi e delle manifestazioni culturali per la prossima stagione e dell’intenzione di utilizzare luoghi come il parco Trax Road.  Bene, con questi presupposti non credo che ci siano le basi per costruire qualcosa di utile e produttivo, se non una ennesima mortificazione del territorio.
 
Una città d’arte e di cultura inserita nella top ten come una delle città più belle al mondo da visitare, non merita essere trattata in questa maniera.
 
Il Trax Road sta vivendo una situazione di decadimento totale, in meno di 9 mesi è passato da parco urbano a latrina dove incivili, drogati e spacciatori sono liberi di fare ciò che vogliono. La gente è esasperata, non c’è giorno ormai senza che al mio cellulare arrivino foto e segnalazioni del degrado presente nell’area. Immondizia lasciata ovunque, cartacce, vetri rotti, infissi distrutti e locali devastati. Per non parlare della quantità di siringhe insanguinate abbandonate su tutta l’area, anche alla luce del sole. Tutto ciò è intollerabile, deprimente, frustrante e vergognoso. Bronx anni 70 e 80. Come si fa a pretendere che famiglie e bambini possano animare e vivere la struttura pubblica se le condizioni sono queste?
 
Chiedo che il Sindaco si attivi per ripristinare  la situazione e ridare ai leccesi un dignitoso parco urbano, così come era appena un anno fa.
Propongo tre soluzioni possibili: 
1) Aprire uno o più chioschi nel parco tramite un bando comunale per assicurare un maggiore presidio all’interno dell’area, maggior pulizia ed evitare situazioni di degrado come quelle odierne;
2) Installare un sistema di video sorveglianza dell’intera area;
3) Recintare il parco e darlo in gestione attraverso un bando pubblico ad un soggetto idoneo.
 
Caro Sindaco faccia come fa quando va in bicicletta: pedali per far andare avanti la nostra città e si ricordi che non esiste una bici che abbia la retromarcia… Lecce ha bisogno di crescere ed andare avanti con i fatti e non di ritornare all’anno 0, come purtroppo sta succedendo oggi grazie al suo modo di amministrare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.