Breaking News

Daniele D’Acquisto

Un Palazzo privato ospita un progetto d’arte contemporanea aperto al pubblico fino al 14 agosto con la mostra Daniele D’Acquisto. Regola a Gagliano del Capo

Un Palazzo nel centro storico di Gagliano del Capo, nell’estremo lembo di terra salentina, dal 29 luglio scorso ospita un progetto site-specific dell’artista pugliese – residente a Piacenza – Daniele D’Acquisto.

La mostra, promossa da NOON, propone Regola, il nuovo ciclo di opere dell’artista.

IMG_8556

All’estrema essenzialità ed elementarità strutturale di queste cinque opere scultoree appartenenti a Regola, D’Acquisto è approdato dopo un progressivo percorso di semplificazione formale, rinunciando man mano al peso specifico della sua medesima scultura, liberandosi dal rapporto stringente con la superficie piana per avviare un’occupazione degli spazi anche nella loro accentuata verticalità e aerea consistenza.
Lo spazio tridimensionale in D’Acquisto è determinato dalla costruzione di strutture volumetriche ridotte all’essenziale, montate in uno specifico ambiente.

Così le cinque opere germinali di Regola – parallelepipedi irregolari di legno okumè, raccordati alle pareti, al pavimento e al soffitto da essenziali elementi in metallo e da tracce in feltro, che ne ridisegnano confini e relazioni – sono montate in modo da generare porzioni inedite di spazio, generando nascoste interazioni e prevedendo una costante mutazione, a seconda del posizionamento delle stesse nel medesimo spazio.

Regola è come uno statuto, inteso come unità di misura e forma generatrice di altre forme, e deriva da un brandello di un vecchio mobile di famiglia conservato per anni nello studio di D’Acquisto: da quel comò dei primi del Novecento, nel corso del tempo, l’artista ha smantellato intere porzioni, utilizzandole come punto di partenza per diverse sue opere, per poi demolirlo e disfarsene del tutto in tempi recenti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



css.php
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com