Dal 5 all’8 agosto – So What Festival con Mannarino a Melpignano.

0
234

Alessandro Mannarino, post Csi, Mezzosangue, Uochi Toki, Fonokit, Black Star line sono alcuni degli ospiti della seconda edizione del festival organizzato dall’Associazione culturale Altatensione che si terrà a Melpignano, nel cuore del Salento, dal 5 all’8 agosto.

download (28)

Da mercoledì 5 a sabato 8 agosto torna a Melpignano, in provincia di Lecce, la seconda edizione del So What Festival, organizzato dall’Associazione culturale Altatensione con il patrocinio del Comune di Melpignano.

So What è un festival di musica indipendente, crocevia di culture ed emozioni. È una grande festa che ospita artisti distanti da schemi mainstream e un’opportunità per artisti emergenti. Mentre spesso l’etichetta conta più del contenuto, So What Festival vuole raccontare il lavoro di persone che decidono di intraprendere percorsi “scomodi”, spesso in salita, pur di tutelare l’autenticità e la credibilità del loro operato. So What Festival intreccia forme d’arte diverse e apparentemente distanti, rafforzandole e creando uno spazio magico e fuori dal tempo, un luogo in cui lo spettatore smette di essere tale e vive un’immersione creativa lunga tre giorni.

Il sipario della seconda edizione si aprirà mercoledì 5 agosto (ore 21.30 ) con un’anteprima del festival organizzata in collaborazione con Sud Est Indipendente Festival, Coolclub e Molly Arts, che vedrà sul palco Alessandro Mannarino per la sua unica data pugliese del tour “Corde 2015“.

Dopo un giorno di pausa si ricomincia con una due giorni tra i suoni del rock indipendente italiano e le vibrazioni del raggae e dell’hip hop.Venerdì 7 agosto (ore 21.30 ) il palco del So What ospiterà la musica dei post CSI (Massimo Zamboni, Gianni Maroccolo, Francesco Magnelli, Giorgio Canali e Angela Baraldi) che proporranno i brani di “Breviario partigiano”, un progetto che racconta una storia privata in una Storia nazionale; in apertura spazio alla cantautrice Sofia Brunetta, che ha da poco pubblicato il suo disco d’esordio “Former”, e ai Fonokit, storica band indie – rock salentina che dopo “Amore o Purgatorio” è tornata pochi mesi fa con il concept album “Fango e Bugie”.

Sabato 8 agosto (ore 21.30) serata conclusiva con Mezzosangue, rapper romano che ha rivoluzionato l’underground (e non solo) italiano; Uochi Toki, duo rap/elettronico, tra le cose più particolari e innovative uscite ultimamente in Italia; Black Star Line Sound System, attivo sulla scena italiana e internazionale sin dal 1998; Indubstry, la dub band campana attiva dal febbraio 2010 e che in questi anni ha partecipato ai più importanti festival reggae e dub, e Float a Flow, un collettivo hip-hop nato a Bologna e formato dai tre rapper salentini D.one, Karlino e Neos e dal producer GSQ aka Ventreianca.

Il So What Festival sceglie di essere No Tap perché “crediamo che difendere il proprio centimetro di terra sia il primo passo verso la realizzazione delle libertà di ciascuno. Vogliamo che la cultura sia innanzi tutto consapevolezza e libertà di scelta, e crediamo che gli eventi culturali debbano farsi contenitori di idee e vettori di messaggi. Siamo No Tap perché è tempo di scelte, e occorre chiedersi da che parte vogliamo andare, e se vogliamo farlo insieme”, sottolineano gli organizzatori.

So What Festival non conosce barriere culturali e barriere fisiche. È un’esperienza accessibile che non conosce barriere architettoniche. So What Festival in collaborazione con Agricampeggio Darwin offre dei pacchetti esclusivi,  maggiori informazioni sui del festival.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.