Breaking News

CULTURE SENZA FRONTIERE

CULTURE SENZA FRONTIERE

CULTURE SENZA FRONTIERE, PER “ASSAGGIARE” LA MULTICULTRALITA’  Dal 2 al 4 luglio l’evento che parla di inclusione e integrazione alla Mediateca delle Officine Cantelmo.

download (6)

CULTURE SENZA FRONTIERE, PER “ASSAGGIARE” LA MULTICULTRALITA’ Dal 2 al 4 luglio l’evento che parla di inclusione e integrazione alla Mediateca delle Officine Cantelmo.

E’ stata presentata ieri a Palazzo Carafa la rassegna “Culture senza frontiere. Assaggi, danze, fedi, musiche e poesie”, organizzata dall’Associazione Orientaventi, patrocinata dal Comune di Lecce; in collaborazione con l’Arcidiocesi di Lecce, Ufficio per il Dialogo; la Biblioteca Interculturale del Salento; il Comune di Lecce, Assessorato alle Politiche Giovanili; la Cooperativa cine teatro DB D’Essai; la Cooperativa sociale Nuova Siloe; la Giovane Orchestra del Salento; L’Arca dei giovani; la Libreria Le Fanfaluche; le Officine Cantelmo; Noi Salento, Associazione Cultura Islamica; la Parrocchia cattolica di rito bizantino San Nicola di Mira.

L’iniziativa mira a conoscere le diversità per migliorare l’unità tra i popoli presenti sul territorio i quali parteciperanno attivamente alla manifestazione che aprirà ufficialmente i battenti giovedì 2 luglio alle ore 19:30 nella Chiesa Greca dove si terrà il dialogo tra fedi: “le tre religioni monoteistiche si incontrano sull’esperienza del Dio misericordioso”. L’incontro introdotto da Francesco Paolo Monaco, presidente dell’Ass. Orientaventi, prevede gli interventi del prof. Carlo Alberto Augieri, Università del Salento, come voce cristiana; Furio Aahron Biagini, Università del Salento, voce ebraica; Saiffedine Maaroufi, imam comunità islamica di Lecce, voce islamica. Modera Massimo Vergari, delegato diocesano per l’Ufficio per il dialogo.

La serata procede nell’atrio della Mediateca delle Officine Cantelmo dove – insieme all’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Lecce, Alessandro Delli Noci – saranno inaugurati gli stand gastronomici multiculturali e sarà proiettato un video che consentirà di conoscere i dettagli sulla storia dei cibi.

“Questo evento – ha spiegato l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Lecce, Alessandro Delli Noci - rappresenta la continuazione e il miglioramento di un altro evento, purtroppo interrotto a causa del tentativo di imporne l’italianità, vale a dire il “Capodanno dei Popoli”. Con “Culture senza frontiere” viene affrontato  nel modo giusto, senza infingimenti e senza barriere mentali il tema dell’inclusione e dell’integrazione. E’ un tema centrale che coinvolge le politiche giovanili di questo territorio. Non a caso la location scelta è la Mediateca delle Officine Cantelmo che in estate si trasformerà in un’arena cinematografica”.

Nella seconda serata in programma venerdì 3 luglio e che avrà inizio alle ore 20.30 è in programma la degustazione dei piatti etnici sarà accompagnata dalla musica del gruppo “Tukrè” composto dai musicisti africani Meissa Ndaje dal Senegal e Somie Murigu dal Kenia insieme ai salentini Claudio Prima, Morris Pellizzari e Giuseppe Spedicato. Il gruppo che prende il nome da una delle principali etnie dell’Africa centrale fonde con ricercatezza e originalità, le proprie sonorità con i testi in dialetto salentino. Nasce un sound unico e suggestivo. Per l’occasione il gruppo ospiterà il sassofonista Emanuele Coluccia, inoltre, l’esibizione dei Tukrè sarà intervallata dalle musiche della Giovane Orchestra del Salento.

Nella serata conclusiva del 4 luglio ci sarà spazio per un exploit di energia che coinvolgerà i partecipanti. Dalle 20.30 in poi, nell’atrio della Mediateca delle Officine Cantelmo, Anna Maria D’Antona ci guiderà nelle danze etniche e meditative per avvicinarci anche con il ritmo del corpo alle tradizioni dei popoli. Anna Maria utilizzerà musiche bellissime ricche di sonorità diverse che ci consentiranno di fare il giro del mondo danzando.

Anche durante questa serata si esibirà la Giovane Orchestra del Salento e saranno presenti gli stand gastronomici dove si potranno assaggiare prelibatezze africane, cubane, indopachistane, magrebine, salentine.

Iniziativa collaterale alla rassegna “Culture senza frontiere” è il concorso “La poesia dell’Altro”. I partecipanti hanno inviato dei componimenti ispirandosi al tema dell’altro inteso come l’altro da me stesso o come colui il cui incontro eleva la propria dignità. I vincitori delle tre categorie (bambini, ragazzi, over 25) saranno premiati durante la serata conclusiva della manifestazione alla presenza della giuria di commissione composta da Paola Bisconti (blogger), Enrico Romano (poeta e architetto), Mauro Marino (scrittore), Maria Luisa Petruccelli (consulente filosofica), Rita Rucco (professoressa).

Durante le tre serate gli operatori della Cooperativa Nuova Siloe svolgeranno dei laboratori di animazione rivolti ai più piccoli impiegando dei libri gentilmente messi a disposizione dalla Libreria Le Fanfaluche che sarà presente insieme alla Biblioteca Interculturale del Salento. La Libreria Le Fanfaluche e la casa editrice Modu Modu inoltre doneranno dei testi al vincitore della categoria “Bambini” del concorso di poesia.

Mentre per la categoria giovani e over 25 i premi saranno offerti da Gruppo Vestas e Caffè Quarta.

Conduttrice della serata sarà Sandra Stefanizzi.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



css.php
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com