COMPAGNIA CARABINIERI DI LECCE

0
266

OPERAZIONE DELLA COMPAGNIA DI LECCE DI STAMATTINA ALL’ALBA CON 3 MISURE CAUTELARI.

ANCORA ALTRI 5 ARRESTI E 6 DENUNCE A PIEDE LIBERO OPERATE DAI CARABINIERI IN CITTA’ ED IN PROVINCIA. CONTINUA INESORABILE L’AZIONE DELL’ARMA PER  CONTRASTARE IN MANIERA EFFICACE LO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E I REATI PREDATORI.

ACAYA DI VERNOLE (LE) VIA DANTE, UN INDIVIDUO, DAL VOLTO TRAVISATO, ARMATO PISTOLA, IRROMPEVA INTERNO DEL NEGOZIO E SOTTO MINACCIA ARMA, SI FACEVA CONSEGNARE LA SOMMA CONTANTE DI EURO 400,00, CIRCA, DILEGUANDOSI SUBITO DOPO A PIEDI PER LE VIE CIRCOSTANTI. NESSUN FERITO. DANNO NON ASSICURATO.

CALIMERA (LE), VIA SAN GIOVANNI BOSCO, VICINANZE ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO, A TERMINE INTERVENTO SEGUITO SEGNALAZIONE SU UTENZA 112, MILITARI LOCALE STAZIONE CC, DEFERIVANO IN SEMI LIBERTA’.

PER oltraggio a p.u. in luogo pubblico in presenza di più persone e minaccia aggravata:   

  • S., NATO CALIMERA (LE) CL. 65, IVI RESIDENTE;

ALLE ORE 08.30 CIRCA, A SEGUITO DI ALTERCO CON N.2 AUTOMOBILISTI, NON IDENTIFICATI, PER FUTILI MOTIVI DI VIABILITA’ STRADALE, ASSUMEVA ATTEGGIAMENTO VIOLENTO ED INCONTROLLATO, BRANDENDO UN’ACCETTA.

L’EPISODIO DETERMINAVA INTERVENTO AGENTE POLIZIA LOCALE CALIMERA (LE), IN SERVIZIO CHE VENIVA SUPPORTATO DA VICE BRIGADIERE CC COMP. CC MAGLIE, DA SOVRINTENDENTE QUESTURA BARI, E DA AGENTE POLIZIA PENITENZIARIA CATANZARO, TUTTI CASUALMENTE IVI PRESENTI, LIBERI DAL SERVIZIO, NONCHE’ DA PATTUGLIA STAZIONE CC CALIMERA SUCCESSIVAMENTE INTERVENUTA.

INIZIALMENTE MINACCIAVA E OPPONEVA FORTE RESISTENZA FISICA A PERSONALE OPERANTE, COSPARGENDOSI IL CORPO DI BENZINA E MINACCIANDO DI DARSI FUOCO. RICONDOTTO ALLA CALMA E SEDATO DA PERSONALE 118 INTERVENUTO, CON AUSILIO STAZIONE CC CALIMERA, VENIVA CONDOTTO OSPEDALE GALATINA PER ACCERAMENTI. NESSUN ALTRO FERITO.

LECCE, MILITARI STAZIONE CC LECCE P/LE, A CONCLUSIONE INDAGINE, SCATURITA DA DENUNCIA, DEFERIVANO IN SEMI LIBERTA’. PER Concorso inTruffa: 

  • N., NATO CAPUA (CE) CL. 76, RESIDENTE CASERTA,;
  • M., NATO BARLETTA, CL. 76, RESIDENTE CERIGNOLA (FG);

I PREDETTI UTILIZZANDO IL SITO WEB DI “SUBITO.IT” PONEVANO IN VENDITA UNA MARMITTA PER MOTOCICLO INDUCENDO DENUNCIANTE A VERSARE EURO 280,00 SU CARTA POSTEPAY, OMETTENDO INOLTRO MERCE E RENDENDOSI IRREPERIBILI.

CUTROFIANO (LE), MILITARI ARMA LOCALE, IN OTTEMPERANZA ORDINE DI CARCERAZIONE EMESSO DA TRIBUNALE ORDINARIO – UFFICIO ESECUZIONI PENALI LECCE, CATTURAVANO

  • GORGONI DONATO LORENZO, NATO CUTROFIANO CL.1934, IVI RESIDENTE.

IL PREDETTO, DOPO FORMALITÀ DI RITO, TRADOTTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE, IN REGIME DI DETENZIONE DOMICILIARE PER ESPIAZIONE PENA ANNI 2 (DUE), MESI 3 (TRE) E GIORNI 20 (VENTI), ORDINE REATO PER ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE  COMMESSO IN CUTROFIANO DAL LUGLIO 2004 A MARZO 2005.

IL GORGONI ERA CONDANNATO ALTRESÌ ALL’INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI PER ANNI 5 (CINQUE).

COPERTINO (LE), PERSONALE LOCALE TENENZA CARABINIERI INTERVENIVA PROVVIDENZIALMENTE DOVE POCO PRIMA UNA PERSONA TENTAVA SUICIDIO MEDIANTE STRANGOLAMENTO CON CAVO COMPUTER AVVOLTO ATTORNO AL COLLO. SCONOSCIUTE LE CAUSE DEL TENTATIVO PER L’INSANO GESTO.

NARDÒ (LE), MILITARI DIPENDENTE N.O.RM – ALIQUOTA OPERATIVA COMPAGNIA DI GALLIPOLI, CORSO PREDISPOSTO SERVIZIO FINALIZZATO PREVENZIONE E REPRESSIONE SPACCIO STUPEFACENTI, ARRESTAVANO FLAGRANZA REATO PER DETENZIONE FINI SPACCIO SOSTANZA STUPEFACENTE:

  • ZOPAZIO ANGELO, NATO NARDÒ CL.1985, IVI RESIDENTE.
  • ZOPAZIO NICO, NATO NARDÒ CL. 1997, IVI RESIDENTE.

A SEGUITO DI PERQUISIZIONE LOCALE EFFETTUATA NEL GARAGE A LORO IN USO, VENIVANO TROVATI IN POSSESSO:

  • 10 INVOLUCRI IN CELLOPHANE CONTENENTI COMPLESSIVAMENTE GR. 71 DI SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO MARIJUANA;
  • 2 BILANCINI DI PRECISIONE;
  • 283 BUSTINE PLASTICA PER CONFEZIONAMENTO SOSTANZA STUPEFACENTE;
  • SOMMA CONTANTE € 355 IN BANCONOTE DIVERSO TAGLIO, QUALE VEROSIMILE PROVENTO ATTIVITÀ DI SPACCIO;
  • 1 BIGLIETTO MANOSCRITTO RIPORTANTE GENERALITÀ VEROSIMILI ACQUIRENTI E QUANTITÀ SOSTANZA STUPEFACENTE LORO VENDUTA.

LA PERQUISIZIONE E STATA ESTESA ANCHE AL VEICOLO SMART FORTWO AL CUI INTERNO VENIVANO RINVENUTI NR. 3 INVOLUCRI CONTENENTI COMPLESSIVAMENTE GR. 3,38 MARIJUANA. SOSTANZA STUPEFACENTE E MATERIALE PER IL CONFEZIONAMENTO E SOTTOPOSTI A SEQUESTRO PENALE.

GLI ARRESTATI, DOPO LE FORMALITÀ DI RITO, SONO STATI TRADOTTI PRESSO  LA PROPRIA ABITAZIONE IN REGIME ARRESTI DOMICILIARI.

MARTANO (LE) PERSONALE LOCALE STAZIONE CC, A SEGUITO SERVIZIO FINALIZZATO AL CONTRASTO DI REATI IN MATERIA DI SOSTANZE STUPEFACENTI, DEFERIVA IN STATO DI LIBERTA’ PER REATO Detenzione a fini spaccio di sostanze stupefacenti, e uso non terapeutico sostanze stupefacenti:

  • S. A., NATO GALATINA CL.1972, RESIDENTE MARTANO (LE).

IL PREDETTO, CON PRECEDENTI E SOTTOPOSTO A PERQUISIZIONE PERSONALE E DOMICILIARE, VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI DUE INVOLUCRI CONTENENTI COMPLESSIVAMENTE GRAMMI 109,63 (CENTONOVEVIRGOLASESSANTATRE) DI MARIJUANA E UN BILANCINO DI PRECISIONE, OCCULTATI IN UN DOPPIO FONDO ALL’ INTERNO DI UN MOBILE DA BAGNO; TUTTO SOTTOPOSTO A SEQUESTRO.

NEL CONTESTO DELLA MEDESIMA OPERAZIONE, LA PERSONA, PRESENTE ALL’INTERNO DEL DOMICILIO DEL S., VENIVA TROVATA IN POSSESSO DI UNO SPINELLO REALIZZATO ARTIGIANALMENTE CON SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO MARIJUANA  E GR.1,32 DI MARIJUANA DI CUI TENTAVA INUTILMENTE DI DISFARSI.

PER TALE OCCASIONE LA PREDETTA PERSONA SARA’ SEGNALATA PER USO NON TERAPEUTICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI.

OTRANTO (LE), MILITARI ARMA LOCALE, A CONCLUSIONE DI INDAGINI, DEFERIVANO IN STATO LIBERO PER REATI ASCRITTI Furto in abitazione o nelle pertinenze di essa:

  • F., NATO LECCE CL.1989, IVI RESIDENTE.

CONTRO IL PREDETTO VENIVANO RACCOLTI IDONEI E CONCORDANTI ELEMENTI DI COLPEVOLEZZA QUALI AUTORE DEL FURTO DI UNA IMBARCAZIONE IN VETRORESINA PERPETRATO NELL’ARCO DI TEMPO SETTEMBRE 2017 – GENNAIO 2018, IN AGRO DEL COMUNE DI MELENDUGNO (LE), LOCALITA’ “TORRE SARACENA”, LA CUI DENUNCIA DI FURTO ERA STATA SPORTA PRESSO L’ARMA DI MELENDUGNO (LE). REFURTIVA RECUPERATA E RESTITUITA AL LEGITTIMO PROPRIETARIO.

TAVIANO (LE) MILITARI LOCALE STAZIONE CC, IN OTTEMPERANZA ORDINE DI ESECUZIONE PER LA CARCERAZIONE EMESSO DA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LECCE – UFFICIO ESECUZIONI PENALI, TRAEVANO ARRESTO PER REATO DI RAPINA:

  • MASSARO ALESSANDRO NATO GALLIPOLI (LE) CL. 94 RESIDENTE TAVIANO (LE) GIA’ SOTTOPOSTO ALLA MISURA DEGLI ARRESTI DOMICILIARI.

IL PROVVEDIMENTO SCATURISCE A SEGUITO DI SENTENZA DEFINITIVA A SUO CARICO PER REATO ASCRITTO E COMMESSO NEL COMUNE DI TAVIANO (LE) IN DATA 24 FEB 17. ARRESTATO, ESPLETATE LE FORMALITA’ DI RITO VENIVA TRADOTTO PRESSO CASA CIRCONDARIALE LECCE DOVE DOVRA’ SCONTARE LA PENA RESIDUA DI ANNI 3 (TRE) DI RECLUSIONE E MULTA EURO 1.200,00 (MILLEDUECENTO/00).

GALLIPOLI (LE), PERSONALE ARMA LOCALE TRAEVA IN ARRESTO, IN ESECUZIONE DI ORDINE DI MISURA CAUTELARE DELLA CUSTODIA  IN CARCERE EMESSO DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI LECCE,

  • MONTEFUSCO FRANCESCO, NATO NARDO’ (LE) CL. 1979, RESIDENTE GALLIPOLI.

IL PREDETTO, ALLO SCOPO DI OTTENERE SOMME IN DENARO, PER ACQUISTARE SOSTANZA STUPEFACENTE PER USO PERSONALE, MALTRATTAVA E PERCUOTEVA RIPETUTAMENTE LA PROPRIA MOGLIE. ARRESTATO, DOPO LE FORMALITA’ RITO E’ STATO  TRADOTTO PRESSO CASA CIRCONDARIALE DI LECCE.

MELENDUGNO (LE), MILITARI LOCALE STAZIONE CC, DEFERIVANO IN SEMI LIBERTA’ PER REATO oltraggio a Pubblico Ufficiale, e minaccia a P.U.

  • V. M., NATO A MELENDUGNO CL. 1972, IVI RESIDENTE.

IL PREDETTO, TRANSITAVA CON LA PROPRIA AUTOVETTURA DINANZI I MILITARI CHE ERANO DI SERVIZIO VICINANZA CANTIERE TAP, OLTRAGGIANDOLI. INSEGUITO E FERMATO DAI MILITARI, DURANTE L’IDENTIFICAZIONE OLTRAGGIAVA E MINACCIAVA GLI OPERANTI.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTOURISMA 2018
Prossimo articoloDARIO STEFANO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.