Claudio Prima e Rachele Andrioli per Il Cammino Celeste a Roca Nuova

0
71
FESTIVAL “IL CAMMINO CELESTE” 


Martedì 23 luglio nel villaggio cinquecentesco di Roca Nuova, in provincia di Lecce, terzo appuntamento per il Festival “Il Cammino Celeste“, ideato e diretto da Giorgia Santoro Luigi Del Prete con l’intento di valorizzare con concerti e cammini le Vie Francigene percorse dai pellegrini in viaggio verso Gerusalemme nella Puglia meridionale, con particolare attenzione al percorso che dal porto di Brindisi conduceva fino a Santa Maria di LeucaDalle 18 (prenotazione obbligatoria 3478227836 –walkinsalento@gmail.comal via l’escursione, con il coordinamento del geografo Fabio Mitrottinel territorio rurale di Melendugno fra l’entroterra e la costa, verso l’antico approdo di Roca. Dalle 21 a Roca Nuova concerto del duo formato dalla cantante Rachele Andrioli e dall’organettista Claudio Prima con il progetto “Anime in Cammino”, una forma canzone legata all’immediatezza del repertorio tradizionale delle due sponde a sud del Mar Adriatico, ripensato con un approccio moderno. Gli spettatori si faranno scompigliare le idee e restituire forma e lezione al mare, pazienza e distacco, sale e fortuna. Le canzoni nascono con il piglio curioso di chi non è stanco di mettersi in cammino, con mani attente. Le dita inumidite che indicano la rotta. Sono canzoni che hanno imparato il trucco del marinaio, mescola ardita di riso e pianto. L’organetto si fa bandiera delle tradizioni di tutti i venti, aria spinta a forza, che geme e germina. La voce di Rachele è la voce di tutte le donne del Sud. Organettista, cantante, compositore e autore di colonne sonore, Claudio Prima è leader e ideatore di numerosi progetti di indagine sulle “musiche di confine” fra i quali BandAdriatica, Adria, Tabulè, Tukrè, Manigold, Progetto Se.Me., Orchestra Senza Confini / La Repetitiòn, Orchestra Popolare di Puglia. Si esibisce in festival e rassegne internazionali in Francia, Olanda, Inghilterra, Romania, Albania, Croazia, Grecia, Belgio, Austria, Germania, Svizzera, Spagna, Tunisia, Libano, Giordania, Kuwait, Stati Uniti. Ha un’intensa attività discografica e ad oggi conta più di 80 presenze in pubblicazioni discografiche italiane ed internazionali. Rachele Andrioli si misura col canto spaziando in un vasto “Canzoniere”, dal tradizionale al cantautorato, dalla musica delle radici salentine a quelle del mondo, dalla musica francese al jazz. Agli esordi ha collaborato per anni con il noto gruppo “Officina Zoè, uno tra i primi e più radicali nella riproposta della tradizione musicale salentina, partecipando con loro ai più importanti festival nazionali ed internazionali. Il suo viaggio musicale continua oggi, in Europa, in India, in America, in Libano. Partecipa a diverse produzioni discografiche come ospite nel panorama salentino e non. Ha studiato “Canto Jazz” al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e collabora con diversi progetti musicali tra cui, più recentemente Rachele Andrioli e Rocco Nigro (con tre dischi all’attivo firmati Dodicilune), Opa Cupa e Giro di Banda di Cesare Dell’Anna, Giancarlo Paglialunga, Adria e molti altri.
I pellegrini percorrevano il prolungamento della Via Traiana che nel suo tratto sino ad Otranto assunse il nome di “Traiana Calabra”, strada romana che si ricongiungeva alla “Sallentina”, altra antichissima strada che collegava Taranto a Otranto passando da Veretum. Nel corso degli ultimi anni, grazie al sostegno dell’assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia in collaborazione con AEVF – Associazione Europea delle Vie Francigene e all’impegno dell’Associazione Le Comunità ospitanti degli itinerari francigeni della Puglia meridionale, lungo i circa 160 chilometri del tratto salentino della Via Francigena sono stati apposti i segnavia in modo che i pellegrini possano camminare ponendo la propria attenzione alla bellezza del paesaggio e al proprio benessere interiore. I concerti si svolgeranno, infatti, lungo alcuni dei luoghi attraversati per oltre un millennio dai viandanti che in questo modo mantenevano fede a un voto di penitenza, di amore e speranza. Sono state scelte alcune tra le più antiche testimonianze di devozione e sosta dei pellegrini lungo il percorso e vi sono stati associati percorsi musicali curati da artisti e studiosi che da tempo svolgono una ricerca sul tema del cammino, anche attraverso riletture e interpretazioni dei nostri tempi. Ogni concerto sarà preceduto, infatti, da un cammino o da una visita guidata lungo alcuni tratti delle Vie Francigene con il coordinamento del geografo Fabio Mitrotti in collaborazione con le associazioni Il GiuncoTina Lambrini – Casa Comi,Arci Terre Archeorete del Mediterraneo e la Pro Loco di Sannicola

Mercoledì 24 luglio (ore 21 – ingresso libero) nel palazzo baronale di Caprarica di Lecce si esibiranno Les trois lézards. Il trio, formato da Emmanuel Ferrari (voce e fisarmonica), Giovanni Chirico (sax baritono) e Roberto Chiga (tamburello), presenterà  un progetto sulla musica popolare della Tadjiguinie, ai confini immaginari tra Francia, Italia e Balcani. Alle 20, prima del concerto, tavola rotonda sulla Via Francigena.


Giovedì 25 luglio nel Chiostro del Seminario in Piazza Duomo a Lecce il concerto dell’Ensemble Meridies & Guests con lo svedese Dan Laurin al flauto dritto, Francesco D’Orazio al violino, Gioacchino Da Padova alla viola da gamba e Anna Paradiso al clavicembalo. L’ensemble presenterà il progetto “Foliés”, un repertorio di autori come Corelli, Scarlatti, Telemann, Marais e Vivaldi sul tema della Follia. Alle 19, dal Chiostro, partirà una visita guidata lungo le antiche strade del centro storico di Lecce con aneddoti e testimonianze storiche della Via Francigena. Info e prenotazione obbligatoria 3478227836 – walkinsalento@gmail.com.


Venerdì 26 luglio Palazzo Comi a Lucugnano accoglierà la musica di Yarákä ensemble (Virginia Pavone – voce, Marco La Corte – flauto, Gianni Sciambarruto – chitarra, Mirko Sciambarruto – violoncello, Antonio Oliveti – percussioni) con il progetto “Invocazioni in cammino”. Un viaggio che parte dalla propria terra alla ricerca degli elementi comuni in diverse zone del sud del mondo. Un vero e proprio cammino, una ricerca che scava nei primordi per cercare un punto di congiunzione tra le culture e le etnie primordiali.  Alle 19 l’Associazione Tina Lambrini – Casa Comi proporrà una Visita guidata del Palazzo. Info e prenotazione obbligatoria 3804580810 – 3284224660


Sabato 27 luglio presso la Chiesa dei Diavoli di TricaseLa Cantiga de la Serena presenterà il nuovo disco “La Fortuna”, prodotto da Dodicilune e distribuito da Ird e Believe Digital. Il trio – composto da Fabrizio Piepoli (voce, santur, chitarra, shruti box, percussioni), Giorgia Santoro (flauto, flauto basso, bansuri, xiao, tin whistle, scacciapensieri, cimbali) e Adolfo La Volpe (oud, cetra corsa, bouzouki irlandese) – propone un cammino musicale che parte dalla Francia per giungere sino ai canti della tradizione popolare pugliese dal Salento al Gargano accostati ad antiche cantighe e romanze sefardite e splendide melodie delle tradizioni provenzale, arabo-andalusa e irlandese, antichi canti di gioia, di preghiera e d’amore. Ospite della serata il ballerino Andrea De Siena. Alle 18, con partenza sempre dalla Chiesa, breve escursione lungo la Via Francigena attraverso strade e sentieri in cui dominano l’olivo e la pietra, inframezzati dalla macchia mediterranea, dalla roverella e dalla quercia vallonea. Info e prenotazione obbligatoria   3478227836 – walkinsalento@gmail.com.


Domenica 28 luglio il serpentonista Michel Godard e il violoncellista Redi Hasa si esibiranno nella Chiesa di San Giovanni Battista a Patù. Con il progetto “Le jardin d’éden” i due musicisti ci condurranno nel loro giardino di suoni e di visioni musicali dal sapore antico. Prima del concerto, con partenza alle 18 da Centopietre, visita guidata a Vereto. Info e prenotazione obbligatoria 3387441568.


Il Festival si concluderà lunedì 29 luglio (ore 18:30 e 19:30 –  ingresso gratuito su prenotazione sino ad esaurimento posti – 3202721822) nell’abbazia di San Mauro a Lido Conchiglie a Sannicola con il concerto dell’arpista e compositrice Angela Cosi che presenterà “Nostos”,  Nostos, il viaggio per gli antichi greci, non è solo uno spostamento da luogo a luogo ma lo stupore ed il senso di viaggi reali ed immaginari, trasformando in musica il viaggio ed il ritorno insieme. Un progetto per viaggiare con i sensi e con la fantasia.  La Pro Loco di Sannicola proporrà una visita guidata lungo il sentiero che conduce all’abbazia (ore 18:30 e 19:30). Info e prenotazione obbligatoria 3202721822.

Il Cammino Celeste – con la direzione artistica di Giorgia Santoro e organizzativa di Luigi Del Prete – è festival promosso da Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, Piiil Cultura Puglia, Associazione Le Comunità ospitanti degli itinerari Francigeni della Puglia meridionale in collaborazione con Comune di Torchiarolo, Comune di Tricase, Comune di Sannicola, Unione dei Comuni Terre di Acaya e Roca, Fondazione Puglia, Arcidiocesi di Lecce con il Patrocinio del Comune di Lecce, Comune di Melendugno, Comune di Vernole, Comune di Caprarica di Lecce, Comune di Patù, Associazione europea delle Vie Francigene in partenariato con Zero Nove Nove (direttore di produzione Giuseppe Bortone), Associazione Il Giunco, Associazione Meditinere, Associazione Tina Lambrini – Casa Comi, Associazione Arci Terra Archeorete del Mediterraneo, Pro Loco di Sannicola. L’illustrazione “I was quiet but I was not blind” è di Maria Teresa De Palma. Graphic Designer Sandra Lazzarin.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.