CITTA’ DI LECCE

0
247

IL CONSIGLIERE ANDREA GUIDO INTERVIENE SULLA EVENUTALE NOMINA DI ALFREDO PAGLIARO

Sono sempre più insistenti le voci, soprattutto tra le fila della maggioranza, secondo le quali il Sindaco di Lecce, provvederà nei prossimi giorni a nominare Alfredo Pagliaro, di professione medico di base, ed eletto consigliere alle ultime elezioni comunali dello scorso maggio, nuovo amministratore unico della società partecipata Lupiae Servizi.
Se i rumors si riveleranno fondati allora,  il Sindaco dovrà dare delle risposte chiare alla città, al Consiglio Comunale  e agli organi competenti.
Questo per diverse ragioni.
Per la coerenza. E’ sufficiente rileggere le dichiarazioni dell’allora agguerrito consigliere di opposizione Carlo Salvemini, il quale, nel 2013, in occasione del rinnovo dei vertici aziendali, ironicamente dichiarava agli organi di stampa “Se il Sindaco ha operato in questa direzione significa che non sono giunte proposte da parte di commercialisti con esperienze significative in campo professionale. Motivo per cui è stato obbligato a nominare nel Consiglio di Amministrazione due avvocati “.  Ed ancora “I leccesi che si erano proposti non si lamentino: se non sono stati scelti dal sindaco è perché, evidentemente, non rispondevano ai requisiti richiesti di onestà, preparazione culturale, capacità ed esperienza professionale, di particolare competenza tecnica o amministrativa per gli studi compiuti o per funzioni disimpegnate presso aziende pubbliche o private o per uffici ricoperti.“
Il  Consigliere Antonio Rotundo, all’epoca, parlò di logica della spartizione politica, secondo il manuale Cencelli.
Ora quindi, il moralizzatore della politica, alla faccia della coerenza, sarebbe in procinto di nominare un politico di lungo corso, come Pagliaro, medico di base,  ed un tempo militante nel centro-destra, senza alcuna cognizione di diritto e di economia,  amministratore della società partecipata più grande del Salento.
Vi è poi una ragione di  rispetto della legge e delle istituzioni.
Il decreto n. 39/ 2013  contenente “ Disposizioni in materia di inconferibilita’ e incompatibilita’ di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190”, all’art. 7 prevede espressamente il divieto a coloro che nei due anni precedenti abbiano fatto parte di un consiglio comunale con popolazione superiore a 15.000 abitanti  di conferire  incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico. Quindi  il dott. Alfredo Pagliaro,  eletto consigliere comunale con la lista “Puglia Popolare” nel maggio 2019, ai sensi del decreto richiamato, non può essere conferito l’incarico di amministratore unico di Lupiae Servizi. Alcuni  malpensanti sostengono che il duo Puglia Popolare – Sindaco Salvemini, dopo notti insonni, abbiano insieme trovato un escamotage, ossia far dimettere il Consigliere Pagliaro prima dell’Assemblea Lupiae per la nomina dei nuovi vertici  e della convalida degli eletti in Consiglio Comunale.   Escamotage che siamo certi, non consentirebbe comunque la nomina di Pagliaro alla guida della società partecipata.
Come si concilia la dichiarazione del dott. Pagliaro di non trovarsi in condizioni di incompatibilità/inconferibilità depositata unitamente alla richiesta di candidatura alla presidenza della Lupiae Servizi?
Come possono dei rappresentanti delle istituzioni porre in atto azioni orientate ad evitare il rispetto delle disposizioni di legge?
Se i rumors si riveleranno fondati, la minoranza non esiterà a chiedere l’intervento della Prefettura e di altri organi competenti.
Infine, ma non meno rilevante, vi è una questione di opportunità.
Come si concilierebbe la professione di medico di base con quella di Manager  di una SpA  pubblica?
Come si concilierebbe il rapporto medico-paziente tra  il futuro amministratore di Lupiae Servizi dott. Pagliaro e molti dipendenti della stessa società, pazienti dello stesso medico? Cosa ne penserebbe in merito il Consiglio dell’Ordine dei Medici ?
Mi auguro che nei prossimi giorni il Sindaco Salvemini smentirà con i fatti le voci che circolano nominando alla guida di Lupiae il candidato con il curriculum migliore tra i professionisti che sicuramente hanno presentato la domanda. Al dott. Pagliaro, invece, auguriamo di svolgere con serietà e competenza il ruolo di consigliere comunale che i cittadini gli hanno attribuito con il voto del 26 maggio.

Andrea Guido
Consigliere Comunale Città di Lecce

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.