CITTA’ DI LECCE

0
327

MALTRATTAVA IL SUO CANE: IL COMUNE SI COSTITUISCE PARTE CIVILE NEL PROCESSO

Il Sindaco si costituisce parte civile, quale parte offesa, dinanzi alla Procura della Repubblica nel giudizio penale a carico di un cittadino che un anno e mezzo fa, circa, fu accusato di maltrattamenti ripetuti sul proprio cane.
“Non capita spesso – commenta l’Assessore Guido, delegato al Randagismo oltre che alle Politiche Ambientali – che una pubblica amministrazione si ritenga parte offesa in un caso di crudeltà ingiustificata nei confronti di un cane. È un grande segnale di civiltà. Una grande vittoria per gli animalisti leccesi che conferma un cambiamento profondo anche nell’atteggiamento delle istituzioni nei confronti dei temi legati al benessere degli animali. Abbiamo lavorato bene. E molto lo si deve anche alla collaborazione attivata con le associazioni zoofile”.
“Mi sembrava doveroso promuovere la costituzione di parte civile del Comune nel procedimento penale – spiega l’avv. Luigi Coclite, Assessore al Contenzioso – non dimentichiamo che è l’Amministrazione Comunale l’ente designato dalla normativa vigente alla protezione degli animali presenti sul proprio territorio. Un atto così deplorevole e violento nei confronti di un essere indifeso non poteva lasciarci insensibili e più che giustificata appare la richiesta di condanna che sarà formulata nell’atto di costituzione di parte civile.”.
È di questa mattina l’approvazione in Giunta Comunale della Delibera con cui viene incaricata del legale patrocinio l’avv. Tiziana Bello per la tutela delle ragioni dell’ente Comune e per l’ottenimento del risarcimento del danno causato dal comportamento del cittadino che ha contravvenuto all’art.544 ter del Codice Penale.
Poco più di un anno fa un gruppo di cittadini residenti in via Dalmazia, nelle vicinanze di Parco Tafuro, segnalava al Nucleo Ecozoofilo Comunale una serie di maltrattamenti ai danni di un cucciolone meticcio di circa un anno d’età. Dopo un mese di indagini e appostamenti in collaborazione con la Polizia di Stato, Domenico Clemente, coordinatore del nucleo comunale, poté procedere con il sequestro del cane confezionando una dettagliata denuncia alla Procura corredata di tutte le prove. Oggi finalmente il processo.
LA PROTEZIONE CIVILE LECCESE IN TRASFERTA PER AIUTARE IL COMUNE DI MONTEREALE
È ufficiale, il Comune di Lecce offre il proprio know how e il suo personale specializzato all’Amministrazione di Montereale (AQ). Un team guidato dal Dirigente Bonocuore si recherà per 16 giorni nel paesino colpito dal sisma dello scorso 24 agosto per occuparsi delle verifiche tecnico urbanistiche sugli immobili onde permettere ai residenti, qualora fosse possibile, di poter rientrare immediatamente nelle proprie case.
Questa mattina, infatti, è stata adottata da parte della Giunta Municipale la Deliberazione promossa dall’Assessore Andrea Guido, delegato alla Protezione Civile, in base alla quale dal 10 al 26 novembre l’Arch. Fernando Bonocuore, dirigente del settore Protezione Civile, e il responsabile operativo Gaetano Lipari, si stabiliranno presso Montereale per tenere fede ad un impegno che la stessa Amministrazione Comunale di Lecce ha preso formalmente con ANCI Emergenza Sisma Centro Italia per supportare i comuni colpiti dal sisma.
Il Comune di Montereale, infatti, ha chiesto l’intervento degli esperti leccesi attraverso la stessa ANCI, avvalendosi del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello stesso 24 Agosto con cui è stato disposto il coinvolgimento delle strutture operative nazionali del Servizio Nazionale della Protezione Civile per fronteggiare l’emergenza nei territori delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, L’Aquila. L’Associazione nazionale comuni italiani, infatti, provvede a coordinare la partecipazione dei comuni non direttamente interessati dall’evento sismico alle attività volte a fronteggiare l’evento calamitoso dello scorso 24 agosto.
“La nostra squadra di Protezione Civile – commenta l’Assessore Guido – è uno dei fiori all’occhiello di questa amministrazione. Il lavoro svolto in questa direzione da parte del dirigente Fernando Bonocuore da tempo è preso ad esempio di serietà ed efficienza. Per questo motivo mi sembrava doveroso offrire le nostre competenze e il nostro know a sostegno della ricostruzione. Mi recherò anche io personalmente a Montereale, ma ho intenzione di organizzare prima la raccolta di ulteriori attrezzature, materiali e beni di cui ancora si necessita in quelle aree”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.