Città di Gallipoli

0
91

Il Sindaco Minerva presenta una denuncia per le violenze sui cani colpiti da percosse.

Il Sindaco Stefano Minerva ha firmato questa mattina una duplice
denuncia-querela contro ignoti perché vengano individuati e perseguiti
penalmente, da parte delle competenti autorità, gli autori del vile ed
ignobile gesto che ha visto protagonisti in negativo, nei giorni scorsi
ed in occasioni distinte, due cani nel territorio urbano, che sono stati
oggetto di linciaggio e violenze gratuite. La denuncia, presentata alla
locale stazione dei Carabinieri, è infatti propedeutica affinché la
giustizia penale apra il fascicolo sui fatti oggetto della querela del
sindaco Minerva. Una presa di posizione netta, quella del primo
cittadino, tesa tanto a condannare, non solo idealmente ma anche
esperendo l’iter giudiziale, gli autori di atti biechi quanto a ribadire
la vicinanza dell’Amministrazione Comunale nei confronti degli amici a
quattro zampe. “Quanto ho sottoscritto oggi – ha dichiarato il primo
cittadino – non fa altro che porsi nel solco già tracciato da
quest’Amministrazione Comunale, finalizzato a tutelare e a difendere i
nostri amici a quattro zampe. Prova ne sia il regolamento, approvato
negli anni scorsi, sulla tutela e sul benessere degli animali e quello
che approveremo nella prossima seduta di consiglio, vale a dire l’atto
ufficiale con cui si favoriscono le adozioni dei randagi con incentivi
economici in favore di quanti saranno disposti a fare un gesto bello e
nobile. Pertanto l’odierna denuncia-querela è solo un fatto
consequenziale alle posizioni già esposte con atti e regolamenti da
questo esecutivo e da questa maggioranza consiliare”. Intanto per i due
cani oggetto di percosse, il peggio pare sia alle spalle: entrambi,
infatti, sono stati messi in cura per riprendersi dalla violenza subita
ed uno ha trovato anche casa ed è stato adottato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.