Città del Libro

0
1512

Quarta e ultima giornata Città del Libro di Campi Salentina (Le)

A Campi Salentina si conclude la ventiduesima edizione della manifestazione – con la direzione artistica del regista e sceneggiatore Alessandro Valenti – che ha proposto per quattro giorni tre sezioni (Nel Nome di Abramo, Scuole e Sud Est) e oltre cento appuntamenti tra laboratori, incontri, mostre, presentazioni, spettacoli, reading. La quarta e ultima giornata ospiterà, tra gli altrii giornalisti Marco d’Eramo, Angiola Codacci Pisanelli, Brigitte Adès, Sandra Federici, gli scrittori Ali Bader, Pap Khouma, Nafissatou Dia Diouf, Marcello Veneziani, gli spettacoli L’albero delle acciughe e La Medicattrice, e le incursioni musicali a cura di P40.

Domenica 26 novembre Campi Salentina, in provincia di Lecce, si conclude la ventiduesima edizione della Città del libro, promossa dall’omonima Fondazione, in collaborazione con la Regione Puglia e con il sostegno di numerosi partner pubblici e privati, con la direzione artistica del regista e sceneggiatore Alessandro Valenti. Quattro giorni con oltre cento appuntamenti tra laboratori, incontri, mostre, presentazioni, spettacoli, reading divisi nelle tre sezioni Nel Nome di AbramoScuole e Sud Est. Completamente rinnovata anche la parte espositiva che accoglie in vari locali del centro storico case editrici provenienti da tutta Italia, distributori e librerie. 



La sezione internazionale “Nel nome di Abramo” dalle 10.30 nella Chiesa Sant’Oronzo prenderà il via con Mayflowers diAnna Grazia Bassi con Cristina Lupoli. Dalle 11.30 il giornalista Marco D’Eramo presenterà “Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo” con Stefano de Rubertis (docente di Geografia economico-politica dell’Università del Salento) e la sociologa e social media strategist Milena Calogiuri. Dopo una breve pausa dalle 16 si riprenderà con “Il regolatore di orologi” di Habib Ayyoub che dialogherà con la giornalista e scrittrice Luisa Ruggio. Dalle 17 la giornalista dell’Espresso Angiola Codacci Pisanelli presenterà Kepparli Arabo? con Mimmo Sacco. Dalle 18 Ali Bader con Il musicista delle nuvole intervistato da Monica Ruocco (docente di Lingua e Letteratura Araba all’Università L’Orientale di Napoli). Dalle 19 si parlerà di Islam Metropolitano con l’autrice Alessandra CaragiuliAli Rashid (diplomatico e giornalista palestinese), Stefano Cristante (docente di Sociologia all’Università del Salento) e Claudio Rossi (sociologo e studioso delle società multietniche). Gli incontri finali vedranno come protagonisti dalle 20 la giornalista Brigitte Adès (HuffPos e Politique Internationale) e lo scrittore Boualem Sansal con il ricercatore e giornalista Ubaldo Villani Lubelli che discuteranno di Islam e Mediterraneo, mentre dalla 21 l’ultimo appuntamento vedrà confrontarsi la direttrice della rivista Africa e Mediterraneo Sandra Federici, gli scrittori Pap Khouma e Nafissatou Dia Diouf e Francesca Romana Paci (Docente di Letteratura Inglese all’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” di Vercelli)

L’ultima giornata della sezione Sud Est partirà in mattinata dal Calasanzio con Quella volta che ho imparato a nuotare (Manni) di Davide Simeone con Novella Miglietta (ore 10), Wolfheart – la ragazza lupo (La Corte Editore) di Alessia Coppola con Silvia Grasso (11), Licio Gelli. Il burattinaio d’Italia (Graus) di Alessandro Iovino con Paolo Spalluto, Friz Massa e Mirto De Rosario (12). Nel pomeriggio si riprende alle 17 con Arte Ultima. Pulsional ritual virtual (Avanguardia 21) di Vitaldo Conte con Giuseppe Taurino e Cosimo Valzano. A seguire  Mi chiamo Eva (Solo Letteratura) di Paolo Maci con Nicola Grasso e Marco Renna e un reaging a cura di Gabriella Maci (18.30). Dalle 19.30 il giornalista e saggista Marcello Veneziani presenterà con Francesco Cantoro e Federica De Benedetto i suoi ultimi volumi Imperdonabili. Cento ritratti di maestri sconvenienti (Marsilio) e Tramonti. Un mondo finisce e un altro non inizia (Giubilei Regnani). Dalle 21 appuntamento finale nell’Auditorium San Francesco con La Medicattrice  spettacolo di e con Gabriella Margiotta per la regia di Isabella Careccia con una introduzione di Maria Altomare Agostinacchio.

Altri eventi
Dalle 12 nella “Casa Museo Matera 2019” (nata dalla collaborazione tra la Città del Libro e il Comune di Matera) ci sarà la presentazione del volume “Conoscere Matera. Capitale europea della cultura nel 2019. Itinerari nei Sassi e nella città antica” con Nicola D’Imperio e l’assessora alla cultura di Matera Adriana Poli Bortone. Nello stesso spazio, AMA – Accademia Mediterranea dell’Attore presenterà (con tre repliche gratuite alle 17.15, 18.30 e 19.30) “L’albero delle acciughe“, una cena-spettacolo di e con Mariella Fabbris. È un’acciuga, la “putina”, pescata e trasformata con un profumo unico e prezioso che sa di mare e degli odori dell’orto, la protagonista di un appassionante racconto teatrale liberamente tratto dal libro di Nico Orengo “Il salto delle acciughe”. Una degustazione, uno spettacolo, un viaggio dal sapore mediterraneo durante il quale l’attrice invita il pubblico a immergersi tra sapori mediterranei e storie ormai antiche, degustando pane, vino e acciughe preparate in almeno dodici modi diversi. Dalle 17.30 lo spazio allestito dall’Associazione Pugliese Editori (nell’ex Gal) ospiterà due presentazioni della Progedit: La strega falsa. Distinzioni e distorsioni in antropologia di Eugenio Imbriani e Dante Pop e Dante. La Commedia Divina di Trifone Gargano. Dalle 18 alle 21 nel centro storico P40 e DonnaLucia proporranno “Costruzioni d’arte per ponti interculturali” che coinvolgerà progetti di vari musicisti che da anni vivono il Salento e fanno da spola tra le varie sponde del Mediterraneo: Sguariu (Sicilia/Salento), Mattia Manco Gregoriadis Flavio Aprile(Grecia/Salento) e Le lion d’Afrique (Africa/Salento).
La Città del Libro è organizzata dall’omonima Fondazione in collaborazione con Regione Puglia (Assessorato all’Industria turistica e culturale), Comune di Campi Salentina, Unione dei Comuni del Nord Salento, Gal Terra D’Arneo, Monteco, Automobile Club Lecce, Banca Popolare Pugliese, Sud Est Conti Zecca, Calasanzio Cultura e Formazione, Biblioteca Calasanziana e altri partner privati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.