“Città che legge”, 21 comuni salentini conquistano il titolo

0
299

“Città che legge”, 21 comuni salentini conquistano il titolo

Ben 21 comuni salentini hanno ricevuto il titolo di “Città che legge” dal Cepell (Centro per il Libro e la Lettura). 

L’iniziativa, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività  Culturali del Turismo, d’intesa con l’Anci, vuole riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della cultura, come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Su 363 comuni italiani partecipanti al bando, che hanno dimostrato di possedere tutti i requisiti richiesti dall’ avviso pubblico, pubblicato il 5 dicembre 2016, ad ottenere il titolo AlessanoCalimera, Cavallino, Copertino, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Galatina, Galatone, Gallipoli, Martano, Melissano, Melpignano, Monteroni, Nardò, Racale, Salve, Taviano, Tuglie, Ugento e Zollino.

Una “Città che legge” garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura, ospita rassegne che mobilitano i lettori e incuriosisce i non lettori, realizza iniziative congiunte di promozione della lettura e aderisce a uno o più progetti nazionali del Centro per il Libro e la Lettura.

Il riconoscimento comporta la possibilità di partecipare ai bandi che verranno lanciati nel corso del 2017 dal Cepell per premiare con finanziamenti e incentivi i progetti più meritevoli in base a categorie da definire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.