CAVALLINO, LA CANDIDATA SINDACO CARLA RUGGE SI PRESENTA

1
349

CAVALLINO, LA CANDIDATA SINDACO CARLA RUGGE SI PRESENTA

Quarantanove anni appena compiuti, avvocato, mamma di due ragazze, le idee ben chiare sul da farsi per traghettare Cavallino e Castromediano “da 25 anni di monarchia assoluta” ad una nuova dimensione di partecipazione libera e diffusa: non a caso la lista che ne sostiene la candidatura a sindaco si chiama “Futuro e Democrazia per Cavallino e Castromediano”, e assomma uno schieramento trasversale e ricco di sensibilità differenti, ma tutte ugualmente interessate ad assicurare al paese un avvenire decisamente diverso: Partito Democratico, “La Puglia in Più” del senatore Dario Stefàno, Udc, Psi, Circolo “Cavallino e Castromediano, Bene Comune”, Forza Italia.

Carla Rugge, candidata sindaco alle prossime amministrative di giugno, si è presentata stamattina alla comunità e alla stampa presso l’agriturismo “La Lizza” (Km 3 provinciale Cavallino-Caprarica), affiancata dai segretari, commissari e coordinatori cittadini delle forze politiche che sostengono la sua lista. “Una ventata di novità” – l’ha definita infatti, introducendola, Mario Petracca, uno dei suoi sostenitori, “nonostante non sia nuova alla politica”. E soprattutto una donna: “L’unica donna che nel 2010 faceva parte della maggioranza in carica, perché faceva parte dei consiglieri più suffragati, e che non esitò a uscirne per far valere le proprie idee”. Una donna espressione “non di un solo uomo o della lista Gorgoni”, ha detto Petracca, “ma di una squadra e di una coalizione che vigileranno sull’attuazione del programma elettorale del sindaco Rugge, se eletta. Tanto più che la cronaca impone riflessioni e decisioni, fin da subito: di ieri la chiusura della discarica di Brindisi e il dirottamento dei rifiuti di Mesagne proprio verso la discarica di Cavallino, “ma su questo saremo molto chiari: non vogliamo che il nostro paese diventi la pattumiera della provincia di Lecce e di altre province. Per Cavallino l’emergenza rifiuti è diventata ordinarietà. E non bastano trenta alberi piantati nel Campo Bisanti, se a due chilometri abbiamo un possibile disastro ambientale”.

Ambiente e salute diffusa: questo, infatti, il primo fronte su cui si soffermerà l’attenzione di Carla Rugge, se eletta prima cittadina. “Abbiamo una megadiscarica che genera grandi introiti, ma qualcuno si è mai preoccupato di commissionare uno studio attento sulla qualità dell’aria che respiriamo? E come si può pensare di realizzare una nuova discarica – perché quella di cui parla l’amministrazione in carica è questo, non un ammodernamento della precedente – senza pensare invece a completare il ciclo del rifiuto, con un impianto di compostaggio, senza dare la minima informazione al riguardo ai cittadini?”. E poi l’argomento cultura, ha continuato la candidata sindaco: “Iniziative sempre e solo imposte, mai partite dal basso. Ecco, al contrario di quanto Cavallino e Castromediano hanno subito finora, noi intendiamo dare voce a chi finora non l’ha mai avuta. Cominciando dal mio programma elettorale, che sarà oggetto di precisi laboratori urbani capaci di restituire alla nostra città l’idea del futuro: perché senza futuro si muore. Invece noi vogliamo eliminare le clientele e la cappa che ammorba un paese oggi dolorosamente diviso tra chi sta con Gorgoni e chi no”.

Spazio alle donne, largo ai giovani e alle associazioni, attenzione ai diritti: via insomma la “monarchia a carattere ereditario” che ha dominato il paese negli ultimi trent’anni: “Noi vogliamo dare voce alla lista degli invisibili, agli ultimi, a chi non ha mai avuto attenzione. Vogliamo un paese che si rialzi, cammini e poi si metta a correre”.

Ancora in corso la costruzione della lista che sosterrà Carla Rugge candidata sindaco: “Siamo aperti a tutti, tranne che agli yes-men. Abbiamo coraggio, volontà e passione: chi mi conosce lo sa bene, nonostante le offese di cui sono stata fatta oggetto sui giornali sol perché 13 anni fa ero in An”. Ma il passato è passato, appunto, “e oggi mi candido con questa coalizione che vuole dare a Cavallino e Castromediano possibilità di cambiamento e alternativa. Senza paura di vincere: perché se vinceremo avremo dato spazio al futuro, non a Carla Rugge”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.