CATANIA-LECCE FINISCE A RETI BIANCHE. MOSCARDELLI SBAGLIA UN CALCIO DI RIGORE

0
301

CATANIA-LECCE FINISCE A RETI BIANCHE. MOSCARDELLI SBAGLIA UN CALCIO DI RIGORE

Il Lecce esce dal “Massimino” di Catania con un punto e tanti rimpianti. Le porte sono rimaste inviolate e i giallorossi hanno portato a dodici la striscia di risultati utili consecutivi nonostante il calcio di rigore sbagliato da Moscardelli.

Il 3-4-1-2 è il modulo scelto da Braglia con Surraco a supporto di Doumbia e Moscardelli. Il Catania risponde con il 4-3-3 con Calderini, Calil e Falcone davanti.

Pronti via e i giallorossi si rendono subito pericolosi con Lepore che sfiora il vantaggio, ma la palla termina di poco a lato. Dopo alcuni giri di orologio è ancora il Lecce ad essere propositivo guadagnandosi un calcio di rigore: il direttore di gara  concede il penalty per tocco di mani in area di Garufo su un bel cross di Surraco. Dagli undici metri si presenta Moscardelli che calcia incredibilmente fuori e con scarsa potenza.

La gara entra nel vivo e al 10’ Perucchini si rende protagonista di un grande intervento sulla conclusione di Calil. Arriva il quarto d’ora di gioco e Moscardelli si mangia un altro gol colossale sbagliando da pochi passi su assist di Surraco. I catanesi reagiscono al 18’ col solito Calil, ma Perucchini gli dice di no in due occasioni. Sul finire del primo tempo arriva un’altra occasione per il Lecce con la traversa clamorosa di Moscardelli che colpisce di testa su traversone di Lepore.

Nel secondo tempo la partita ricomincia a ritmi blandi regalando poche emozioni. L’unica azione degna di nota è quella creata nel recupero su un calcio di punizione di Lepore con Liverani che agguanta la palla togliendola dai piedi di Papini. La gara finisce a reti bianche e il Lecce torna a casa con l’amaro in bocca per un mucchio di occasioni sprecate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.