CARENZA DI PERSONALE NEI PRESIDI OSPEDALIERI

0
1521

PRESIDI TERRITORIALI- MEDICINA PENITENZIARIA –UFFICI VACCINAZIONI – SEUS 118 ALLA DELLA ASL DI LECCE PRIMA DEL PERIODO INVERNALE E DELL’ARRIVO DELLA SINDROME INFLUNZALE.

LA SCRIVENTE SEGRETERIA TERRITORIALE FSI/USAE DI LECCE CON LA PRESENTE VUOLE EVIDENZIARE LA GRAVE CARENZA NUMERICA DEL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO LA ASL DI LECCE , CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL PERSONALE IMPEGNATO NEI PRESIDI OSPEDALIERI PIU’ GRANDI DELLA PROVINCIA DI LECCE (VITO FAZZI DI LECCE – GALLIPOLI -S,GIUSEPPE DA COPERTINO-S.CATERINA DI GALATINA –CASARANO E VERIS DELLI PONTI DI SCORRANO) OLTRE A QUELLO DEI PRESIDI TERRITORIALI ATTIVI, UFFICI VACCINAZIONI, SEUS 118 E DELLA MEDICINA PENITENZIARIA  CHE QUOTIDIANAMENTE FATICA PER MANTENERE I LIVELLI MINIMI DI ASSISTENZA, CHE CI SEGNALA IL CRESCENTE MALCONTENTO E DISAGIO DELLE CONTINUE VIOLAZIONI DEI LORO DIRITTI, IN PARTICOLARE SUI CARICHI DI LAVORO E SULLA TURNISTICA E, QUINDI SULL’ASSISTENZA.

TALE CARENZA DI PERSONALE APPARTENENTE ALLA DIRIGENZA MEDICA ED AL PERSONALE DI COMPARTO (INFERMIERI – OSTETRICHE-TECNICI DI LABORATORIO BIOMEDICO-TECNICI DI RADIOLOGIA MEDICA- OPERATORI SOCIO SANITARI ) IN VIRTU’ DI QUANTO SOPRA DESCRITTO ED IN CONSIDERAZIONE CHE SIAMO ORMAI ALLE SOGLIE DELLA FASE CRUENTA DEL PERIODO INVERNALE E DI EMERGENZA PER L’ARRIVO DELLA SINDROME INFLUENZALE, PREVISTO IL PICCO TRA NATALE E CAPODANNO E DOVE I SOGGETTI PIU’ A RISCHIO OLTRE AGLI ANZIANI ED AI BAMBINI SONO GLI OPERATORI SANITARI , CHE DETERMINA UN ENORME ED ECCESSIVO CARICO DI LAVORO RICADENTE SUGLI INFERMIERI E SUI POCHI OPERATORI SOCIO SANITARI IN SERVIZIO ED E’ CAUSA DI STRESS E DISAGIO PSICO FISICO CHE PORTA TALI OPERATORI A NON GARANTIRE UNA ASSISTENZA DI QUALITA’ CON CONSEGUENTI RISCHI PROFESSIONALI, SIA IN REGIME ORDINARIO CHE SOPRATTUTTO IN CONDINZIONI D’URGENZA E , NON PERMETTE AL PERSONALE DI GARANTIRE IL RISPETTO DELLA DIGNITA’ DEI PAZIENTI.

A TAL FINE SI RAMMENTA, CHE SI E’ IN ATTESA DELL’ASSUNZIONE DI CIRCA 150 INFERMIERI A TEMPO DETERMINATO ED ALTRETTANTI OPERATORI SOCIO SANITARI  CHE BENCHE’ DA TEMPO IMMEMMORABILE AUTORIZZATI CON ADOZIONE DI RELATIVE DELIBERE  A TUTT’OGGI NON SI COMPRENDONO LE RAGIONI PER CUI NON SI PROCEDE ALL’ UTILIZZAZIONE DELLE GRADUATORIE SIA DEGLI INFERMIERI SIA DEGLI OPERATORI SOCIO SANITARI .

IN PARTICOLARE NON SI COMPRENDE ANCHE SE ADOTTATA A FINE OTTOBRE 2017 LA GRADUATORIA DELL’AVVISO PUBBLICO PER OPERATORI SOCIO SANITARI NON SI SIA PROVVEDUTO ANCORA ALLA RELATIVA UTILIZZAZIONE.

TALE UTILIZZAZIONE POTREBBE ESSERE UN PICCOLO TOCCASANA PER TUTTI I SERVIZI DI ASSISTENZA, DOVE LA MAGGIORE CARENZA E’ RAPPRESENTATA DAGLI OPERATORI SOCIO SANITARI E CHE SE SANATA EVITEREBBE IL DEMANSIONAMENTO CONTINUO DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA , CHE OGGI E’ COSTRETTA A SOPPERIRE A TALE CARENZA , SVOLGENDO MANSIONI NON INFERMIERISTICHE QUALI QUELLE DI TIPO ALBERGHIERO, IGIENE PERSONALE ED IL TRASPORTO DEI PAZIENTI.

A TAL PROPOSITO, SI PROPONE DI UTILIZZARE NEL FRATTEMPO SOLUZIONI ALTERNATIVE E CELERI PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE OCCORENTE, CON LA PROROGA DEGLI INCARICHI TEMPORANEI CHE STANNO PER SCADERE IL 31/12/2017  CON CIRCA 600 DIPENDENTI DOVE UNA PARTE DI QUESTI IN POSSESSO DEI REQUISITI DELLA STABILIZZAZIONE NEL CORSO DEL PROSSIMO ANNO 2018 DOVREBBERO AVERE FINALMENTE NOTIZIE POSITIVE SUL LORO FUTURO, CON LA PROROGA PROVVISORIA DI ALMENO ULTERIORI SEI MESI.

NEL FRATTEMPO, SI AUSPICA CHE DURANTE L’INCONTRO PREVISTO PRESSO IL DIPARTIMENTO DELLA SALUTE DELLA REGIONE PUGLIA CON IL DOTT.RUSCITTI IL 19 DICEMBRE P.V. SI TROVI IL PERCORSO PIU’ CELERE E LA RELATIVA PROCEDURA DI STABILIZZAZIONE PER TUTTI GLI OPERATORI SANITARI DELLA REGIONE PUGLIA IN POSSESSO DEI REQUISITI PREVISTI DELLA NUOVA CIRCOLARE MADIA.

LA SCRIVENTE SEGRETERIA PREMETTE DA SUBITO CHE NON E’ DISPONIBILE AD ACCETTARE FORME DI ORGANIZZAZIONI DI LAVORO CHE COMPORTINO ULTERIORI AUMENTI DI CARICHI DI LAVORO, NEI CONFRONTI DEL GIA’ ROSICATO NUMERO DI OPERATORI IN SERVIZIO E SI RISERVA SIN D’ORA DI INTRAPRENDERE OGNI FORMA DI LOTTA SINDACALE CONSENTITA DALLE VIGENTI NORME CHE REGOLANO I DIRITTI  E LO STATUTO DEI LAVORATORI PER DIFENDERE LA DIGNITA’ DEI DIPENDENTI ED IL MANCATO RICONOSCIMENTO DEI LORO DIRITTI.

LA SCRIVENTE SEGRETERIA FSI/USAE SI RENDE IMMEDIATAMENTE DISPONIBILE AD UN INCONTRO URGENTE PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI SULLA TEMATICA SOPRA ESPOSTA: CARENZA DI PERSONALE NEI PRESIDI OSPEDALIERI PIU’ GRANDI DELLA PROVINCIA DI LECCE (VITO FAZZI DI LECCE – GALLIPOLI -S,GIUSEPPE DA COPERTINO-S.CATERINA DI GALATINA –CASARANO E VERIS DELLI PONTI DI SCORRANO) OLTRE A QUELLO DEI PRESIDI TERRITORIALI ATTIVI, UFFICI VACCINAZIONI, SEUS 118 E DELLA MEDICINA PENITENZIARIA.

LA SCRIVENTE SEGRETERIA FSI/USAE DI LECCE ED IL LAVORATORI DA ESSA RAPPRESENTATI RIMANGONO IN ATTESA DI UN SOLLECITO ED URGENTE RISCONTRO,

IL SEGRETARIO TERRITORIALE

 Francesco Perrone   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.