CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

0
446

MELENDUGNO: I Carabinieri di Lecce arrestano un catturando dell’operazione “Labirinto” in un’operazione notturna  

Nella notte i Carabinieri della Sezione Anticrimine del ROS di Lecce con quelli del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Lecce e della Stazione Carabinieri di Melendugno, in un’operazione congiunta, hanno tratto in arresto  STERLICCHIO Michele classe 1965  ricercato nell’ambito dell’indagine “Labirinto” coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Lecce che ha visto, l’emissione lunedì scorso, di 33 misure cautelari a carico di altrettanti soggetti della provincia.

La cattura è maturata nell’ambito di incessanti servizi che i militari dell’Arma stanno effettuando per assicurare alla giustizia gli  ultimi irreperibili . In queste ore infatti sono in atto numerosi controlli e vengono passati al setaccio i luoghi, tra i quali casolari e ruderi nelle campagne, ritenuti idonei a divenire nascondigli per i catturandi.

Quello che è successo nelle ultime ore a Melendugno dove i Carabinieri hanno notato movimenti sospetti nei pressi di un casolare e, per questo attuato un servizio di osservazione a distanza con personale  mimetizzato nelle campagne circostanti.

Quando si è valutata come concreta la possibilità che STERLICCHIO potesse nascondersi in quel casolare di campagna apparentemente disabitato, si è deciso e pianificato un intervento fulmineo che non lasciasse possibilità di fuga al catturando.

Circa 30 militari dei 3 reparti impiegati hanno circondato l’area e si sono spostati silenziosamente fino a raggiungere l’immobile dove in pochi secondi hanno fatto irruzione e bloccato l’uomo che, udito il rumore dell’ariete che sfondava la porta aveva accennato una repentina fuga non riuscita perché ormai accerchiato.

Il cinquantatreenne è stato immediatamente ammanettato e dopo la perquisizione del covo che risultava essere all’interno ben realizzato e confortevole con una cucina, una camera da letto con cabina armadio e bagno, è stato condotto in carcere come disposto dal provvedimento che già lunedì era stato notificato ai suoi coindagati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.