CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

0
118

OPERAZIONI dell’1.2.2019

VILLA BALDASSARRE – FRAZIONE DI GUAGNANO (LE), MILITARI LOCALE STAZIONE TRAEVANO ARRESTO FLAGRANZA REATI “Furto aggravato in concorso”

QUARTA FRANCESCO, NATO SAN CESAREO DI LECCE (LE) CL. 94, RESIDENTE A SAN PIETRO IN LAMA;

  • COLACI DAVIDE, NATO NARDÒ, CL. 95, RESIDENTE A CALIMERA;

DE GIORGI SELENE, NATA A LECCE CL. 91, RESIDENTE A LIZZANELLO DI FATTO DOMICILIATA IN SAN PIETRO IN LAMA.

I QUALI VENIVANO SORPRESI DA PATTUGLIA, IMPIEGATA SERVIZIO CONTROLLO TERRITORIO E REPRESSIONE REATI PREDATORI, MENTRE, SU  VIA DANTE,  ASPORTAVANO DA MACCHINA ESCAVATRICE, PARCHEGGIATA, BENZINA CONTENUTA ALL’INTERNO DEL SERBATOIO, DOPO AVERNE FORZATO IL TAPPO DI CHIUSURA. VENIVANO RINVENUTE E SEQUESTRATE N. 7 TANICHE DA 25 LITRI CADAUNA, NONCHÉ TUBO IN GOMMA UTILIZZATO PER IL TRAVASO DEL CARBURANTE.

ARRESTATI ESPLETATE FORMALITÀ RITO, VENIVANO TRADOTTI ARRESTI DOMICILIARI COME DISPOSTO DA A.G.

OTRANTO (LE), MILITARI LOCALE ARMA, A CONCLUSIONE INDAGINI SEGUITO DENUNCIA/QUERELA, DEFERIVANO IN STATO LIBERO PER REATO DI (TRUFFA):

  • F., NATO A CASARANO (LE) CL. 1985, RESIDENTE LIZZANELLO (LE).

E’ STATO ACCERTATO CHE IL PREDETTO, DOPO ESSERSI PRESENTATO AL DENUNCIANTE QUALE RAPPRESENTANTE, NEGOZIAVA CON LO STESSO LA VENDITA DI ELETTRODOMESTICI E CON ARTIFIZI E RAGGIRI OTTENEVA UN ACCONTO IN CONTANTI DI € 725,00, SENZA CONSEGNARE LA MERCE PATTUITA.

MAGLIE (LE), MILITARI SEZIONE OPERATIVA DIPENDENTE N.O.RM. DELLA COMPAGNIA DI MAGLIE, DEFERIVANO IN STATO LIBERO PER REATO, (Furto aggravato):

D., NATO BUCAREST (ROMANIA) CL. 1975, RESIDENTE LECCE.

A SEGUITO RICHIESTA DA PARTE DEL RESPONSABILE SUPERMERCATO, SITO IN  VIA SALVATORE FITTO, FERMAVANO IL PREDETTO CHE VENIVA  TROVATO IN POSSESSO DI NR. 6 BOTTIGLIE DI LIQUORI VARI E NR.4 SPAZZOLINI  ELETTRICI PER IGIENE DENTARIA, ASPORTATI POCO PRIMA INTERNO SUPERMERCATO. MERCE, VALORE COMPLESSIVO €.150,00 CIRCA, RECUPERATA E RESTITUITA ALL’AVENTE TITOLO.

PRESSO STAZIONE CC MONTERONI DI LECCE (LE), TITOLARE BAR SITO UN ARNESANO (LE), DENUNCIAVA CHE PRECEDENTI ORE 00:30, MENTRE RINCASAVA DOPO AVER CHIUSO BAR, ALLA GUIDA PROPRIA ATV, VENIVA BLOCCATO DA DUE MALVIVENTI, TRAVISATI, ARMATI PISTOLA, CHE GLI INTIMAVANO DI CONSEGNARE L’INCASSO DI € 300, FUGGENDO A BORDO ATV ALFA ROMEO MOD. BERLINA. DANNO NON ASSICURATO. NESSUN FERITO.

TORRE DELL’ORSO – MARINA DI MELENDUGNO (LE), STAZIONE CC MELENDUGNO, IN ESECUZIONE ORDINE CARCERAZIONE CORTE APPELLO L’AQUILA, TRAEVA ARRESTO:

  • PIZZI LEONARDO, NATO ORTONA (CH) CL. 1982, RESIDENTE SAN GIOVANNI TEATINO (CH), DOMICILIATO TORRE DELL’ORSO – MELENDUGNO (LE).

DOVENDO ESPIARE ANNI 2 MESI 1 GIORNI 28 PER CUMULO PENA. ARRESTATO, ESPLETATE FORMALITÀ RITO, TRADOTTO NEL CARCERE DI LECCE.

CASARANO (LE) IL PERSONALE DELLA LOCALE SEZIONE OPERATIVA DELLA COMPAGNIA CC COADIUVATO DA QUELLO DELLA LOCALE STAZIONE CARABINIERI, SEGUITO ACCERTAMENTI, DEFERIVA IN STATO DI LIBERTA’ PER I REATI DI “MINACCIA AGGRAVATA”, “DANNEGGIAMENTO AGGRAVATO”  E “PORTO ABUSIVO DI OGGETTI ATTI OFFENDERE”  : C.CLASSE 65 RESIDENTE CASARANO (LE)

IL PREDETTO NELLA SERATA DEL 30 GEN 19 ALLE ORE 22:00 CIRCA, PER FUTILI MOTIVI, MINACCIAVA CON UN COLTELLO IL PROPRIETARIO 51ENNE DI UN BAR SITO NEL CENTRO CITTADINO E MENTRE SI ALLONTANAVA DALL’ESERCIZIO COMMERCIALE COLPIVA IL VETRO DELLA PORTA INGRESSO DEL LOCALE FRANTUMANDOLO. LA PERQUISIZIONE DOMICILIARE A CARICO DEL REO PERMETTEVA DI RINVENIRE L’ARMA UTILIZZATA CHE VENIVA SOTTOPOSTO A SEQUESTRO, ASSUNTA IN CARICO E DEBITAMENTE CUSTODITA IN ATTESA DEL DEPOSITO PRESSO L’UFFICIO CORPI DI REATO DEL TRIBUNALE DI LECCE. L’AUTORITA’ GIUIDIZIARIA VENIVA INFORMATA DAL N.O.R.M. DELLA COMPAGNIA CC DI CASARANO (LE) CHE PROCEDE .

VEGLIE, PERSONALE DELLA STAZIONE CARABINIERI FORESTALE DI LECCE DEFERIVA IN STATO DI LIBERTÀ:

  • V., NATO A MONTERONI DI LECCE (LE) CL 1946, IVI RESIDENTE A MONTERONI DI LECCE (LE)

NELLO SPECIFICO LA PATTUGLIA, DURANTE UN SERVIZIO MIRATO AL CONTROLLO DELL’ATTIVITÀ VENATORIA IN VEGLIE, LOC. MASS.IA GRASSICELLI, SORPRENDEVA NELL’ATTO DI ABBATTERE AVIFAUNA APPARTENENTE ALLA SPECIE FRINGUELLO (FRINGILLA COELEBS); IN TOTALE VENIVANO RINVENUTI NEI PRESSI DELLA POSTAZIONE DI CACCIA, N. 21 ESEMPLARI DI FRINGUELLO ABBATTUTI. COSTITUENDO IL FATTO VIOLAZIONE ALL’ART. 30 C. 1 LETT. H) DELLA L. N. 157/92, SI PROCEDEVA, AI SENSI DELL’ART. 28 C. 2 DELLA MEDESIMA LEGGE, AL SEQUESTRO DELL’ARMA (FUCILE DA CACCIA CAL. 12, DI N. 3 CARTUCCE CAL. 12 E DELLA FAUNA SELVATICA ABBATTUTA ILLECITAMENTE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.