CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

0
199

01 Novembre 2018

 

RACALE. Un arresto dei Carabinieri su ordine della Procura di Modena

Nella giornata di ieri a Racale, militari della locale Stazione Carabinieri, hanno tratto in arresto in ottemperanza di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Modena nei confronti di V.A., Cl. 1943

Il provvedimento scaturisce poiché divenuta definitiva  la sentenza della corte d’appello di Bologna per il reato di “violenza sessuale continuata aggravata” (art. 81 – 609 bis – 609 ter del codice penale) commesso in in provincia di Modena in un arco temporale compreso tra il giugno del 2010 ed il marzo del 2011, ai danni di una minore.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lecce dove dovrà  scontare la pena di 4 anni di reclusione.

LECCE. A fuoco una vettura per probabili cause accidentali

Nella notte personale del N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Lecce e della Stazione Carabinieri Santa Rosa è intervenuto in Via Cerrate a Lecce poiché per cause in corso di accertamento si è sviluppato l’incendio di una Fiat Panda di un 78enne, pensionato incensurato, di Lecce. Le fiamme hanno interessato marginalmente anche una Fiat 500 parcheggiata li accanto. Le fiamme sono state domate dai vigili del Fuoco di Lecce.

SURBO. Appicca il fuoco ad una autovettura. Denunciato dai Carabinieri.

Nella nottata  a Surbo i militari della locale Stazione Carabinieri a conclusione di una rapida attività di indagine hanno deferito in stato di libertà per il reato di danneggiamento seguito da incendio F.S. quarantottenne del luogo già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, nella tarda serata di ieri, si è recato in via Galilei di Surbo e; dopo essersi avvicinato ad una Opel Corsa di proprietà di un 26enne di Surbo, averla aperta forzando il portellone posteriore, si è introdotto nel mezzo e, utilizzando un accendino, ha appiccato il fuoco ai sedili dileguandosi subito dopo. I Carabinieri intervenuti con i Vigili del Fuoco di Lecce hanno constatato quanto successo perché le fiamme si erano già quasi auto estinte ma, vista l’evidenza dell’azione dolosa, si sono da subito attivati per individuare l’autore. Hanno cosi setacciato il territorio e, acquisite le immagini di alcuni impianti di video sorveglianza, hanno riconosciuto e rintracciato l’autore al quale è stata contestato il fatto ed è scattata la denuncia con l’accusa di danneggiamento seguito da incendio ai sensi dell’art. 424 del Codice penale. Si indaga per conoscere i motivi del gesto che non sono stati ancora chiariti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.