CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

0
219

OPERAZIONI SALENTO

RACALE (LE) MILITARI DELLA LOCALE STAZIONE CARABINIRI, IN OTTEMPERANZA DELL’ORDINE DI ESECUZIONE PENA IN REGIME DI DETENZIONE DOMICILIARE EMESSO DAL TRIBUNALE SORVEGLIANZA LECCE, TRAEVANO IN ARRESTO:

  • MARZANO ANTONIO   CLASSE  52 RESIDENTE RACALE (LE);

Il MARZANO, IN DATA 12 MAG 2009 VENIVA CONDANNATO A TRE MESI DI RECLUSIONE, GIUSTA SENTENZA TRIBUNALE DI LECCE – SEZ. DISTACCATA DI CASARANO (LE), DIVENUTA IRREVOCABILE 29 MAR 2012, PER REATO DI “VIOLAZIONE EDILIZIA” (ART. 44 LTT. B DEL D.P.R. 30/2001) COMMESSO NELL’ANNO 2006. L’ISTANZA DI AFFIDAMENTO IN PROVA AI SERVIZI SOCIALI DA PARTE DEL REO VENIVA RIGETTATA POICHE’ LO STESSO A DISTANZA DI 6 ANNI DALLA IRREVOCABILITA’ DELLA SENTENZA NON DEMOLIVA LE 2 UNITA’ IMMOBILIARI ABUSIVE AD USO ABITAZIONE (DI CUI UNA DI MQ. 150 E L’ALTRA EDIFICATA ALLE SOLE FONDAZIONI) OGGETTO DELLA VICENDA. L’ARRESTATO, ESPLETATE LE FORMALITA’ DI RITO, VENIVA TRADOTTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE OVE DOVRA’ PERMANERE IN REGIME DI DETENZIONE DOMICILIARE E SCONTARE LA PENA DI TRE MESI DI RECLUSIONE.

AD UGENTO (LE) NELLA LOCALITA’ MARINA DI TORRE SAN GIOVANNI, I MILITARI DELLA LOCALE STAZIONE CARABINIERI SUPPORTATI DA QUELLI DELLA COMPAGNIA DI CASARANO (LE), EFFETTUAVANO UNO  SPECIFICO SERVIZIO CONTRASTO FENOMENO COMMERCIO AMBULANTE ABUSIVO, TRAEVANO ARRESTO IN FLAGRANZA DEI REATI DI MINACCIA E RESISTENZA A P.U., INTRODUZIONE NELLO STATO ITALIANO E COMMERCIO DI PRODOTTI CONTRAFFATTI:

  • FALL SEMSOU SENEGALESE CLASSE 75;

IN LUNGOMARE JAPIGIA, ALL’INTERNO DELL’AREA ADIBITA AL LOCALE MERCATO SETTIMANALE, SORPRENDEVANO PREDETTO INTENTO A VENDERE BORSE CONTRAFFATTE DEI PRINCIPALI MARCHI DI MODA. NELLA CIRCOSTANZA IL REO, ALLO SCOPO DI ELUDERE IL CONTROLLO PROFERIVA FRASI MINACCIOSE NONCHE’ STRATTONAVA UNO DEI MILITARI OPERANTI, FUGGENDO LUNGO LA SPIAGGIA. AL FINE DI FAR PERDERE LE PROPRIE TRACCE PIU’ VOLTE ENTRAVA IN ACQUA TENTANDO DI MIMETIZZARSI TRA I BAGNANTI.

MA IL DISPOSITIVO DI CONTROLLO A DISTANZA EFFETTUAVA UNA COSTANTE OSSERVAZIONE DEL SOGGETTO CHE APPENA RIENTRAVA SULL’AREA ASCIUTTA, VENIVA RINTRACCIATO E BLOCCATO UNITAMENTE ALLA MERCE CONTRAFFATTA CONSISTENTE IN 24 BORSE DEL VALORE COMMERCIALE EURO 1.000 CIRCA.

NEL CONTESTO DEL MEDESIMO SERVIZIO COORDINATO VENIVA IDENTIFICATO E DEFERITO IN STATO LIBERTA’ UN ALTRO SOGGETTO NIGERIANO DI ANNI 46, RESIDENTE A MONTERONI DI LECCE, INTENTO A VENDERE N° 17 BORSE DELLE MEDESIMA MANIFATTURA PER UN VALORE COMMERCIALE QUESTA VOLTA DI EURO 700 CIRCA.

TUTTA LA MERCE RINVENUTA VENIVA SOTTOPOSTA A SEQUESTRO, DEBITAMENTE REPERTATA E CUSTODITA IN ATTESA DEL DEPOSITO PRESSO L’UFFICIO CORPI DI REATO TRIBUNALE DI LECCE. L’ARRESTATO, ESPLETATE LE FORMALITA’ RITO, VENIVA TRADOTTO PRESSO CASA CIRCONDARIALE LECCE. A.G. INFORMATA DA STAZIONE CC UGENTO (LE) CHE PROCEDE.

Ignoto, travisato e armato di pistola e coltello, in contrada “la Chianca” in agro di Salice Salentino, perpetrava rapina ai danni di anziani del luogo ai quali asportava vecchia Fiat Panda, successivamente si dirigeva nel centro abitato Salice ove investiva, nei pressi del deposito nettezza urbana, un operatore ecologico a bordo strada, NATO A SALICE SALENTINO CL. 55. Quest’ultimo veniva prontamente soccorso personale 118 chiamato dai colleghi e portato presso Ospedale di Copertino.

Successivamente il malfattore perpetrava rapina ai danni di un ferramenta sito in Veglie, da cui asportava il registratore di cassa, CONTENENTE SOMMA € 250,00 CIRCA, minacciando con la pistola un avventore a cui sottraeva il cellulare.

Infine si dirigeva in abitazione privata in Veglie sita in via Monti ove rapinava una signora dimorante portando via un ulteriore cellulare ed un pc portatile.

IL Malvivente, INTERCETTATO DA UNA GAZZELLA DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI CAMPI SALENTINA PRONTAMENTE ALLERTATA SU LINEA 112,  DOPO UN ROCAMBOLESCO INSEGUIMENTO, finiva con lo schiantarsi CON L’AUTO RUBATA ED AUTONOMAMENTE su pianta di ulivo sulla strada SP 15 Veglie-Novoli RIPORTANDO FERITE IMPORTANTI DA IMPATTO, IDENTIFICATO IN PERRONE MASSIMILIANO NATO LECCE CL. 72, RESIDENTE GUAGNANO, ESTRATTO DALLE LAMIERE DA PERSONALE VV.FF. VEGLIE E 118 INTERVENUTI, VENIVA TRASPORTATO AL VITO FAZZI LECCE OVE SANITARI LO GIUDICAVANO IN “PROGNOSI RISERVATA”, E TRATTO ARRESTO.  DANNI TUTTI NON COPERTI ASSICURAZIONE. PISTOLA, RISULTATA ESSERE ARMA GIOCATTOLO, COLTELLO, PASSAMONTAGNA ED AUTOVETTURA FIAT PANDA POSTI SOTTO SEQUESTRO. LA REFURTIVA RESTITUITA AI LEGITTIMI PROPRIETARI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.