Capitano Carabinieri accusato di aver falsificato atti su Tiziano Renzi

0
259

CONSIP

E’ indagato dalla procura di Roma per falso nell’ambito dell’inchiesta Consip il capitano del Noe Giampaolo Scafarto, che, ascoltato a Palazzo di Giustizia, si è avvalso della facoltà di non rispondere. A Scafarto viene contestato di aver riferito in un’informativa della presenza di soggetti legati ai servizi segreti nel corso di accertamenti svolti nell’ambito dell’inchiesta nonché di aver attribuito all’imprenditore Alfredo Romeo una frase – intercettata nel dicembre scorso – che sarebbe stata invece pronunciata da Italo Bocchino (“…Renzi l’ultima volta che l’ho incontrato”).

TIZIANO RENZI – ”Tiziano Renzi ha accolto con piacere ma senza stupore, perché conferma di non aver mai incontrato Alfredo Romeo.  ‘Un altro apparente indizio se ne va. L’auspicio che alla fine delle indagini si pervenga a una archiviazione. Ne è convinto l’avvocato di Tiziano Renzi, Federico Bagattini, il quale ha commentato la svolta nell’indagine. ”E’ una notizia positiva – ha aggiunto – mi dispiace per il capitano del Noe ma se c’è un falso è normale che ognuno risponda di quello che poi risulterà aver fatto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.