Apulia Film Festival: ecco i corti in gara

0
127

Dopo un’attenta selezione sono stati decretati i dieci corti in gara per aggiudicarsi il Premio al Miglior Corto nell’ambito della prima edizione di Apulia Film Festival, il Festival Internazionale di Cortometraggi, che si terrà a San Simone, splendido Borgo nel territorio di Crispiano (TA), cuore della Puglia, dal 22 al 24 luglio 2014.

Ecco le opere provenienti da tutto il mondo che si confronteranno: “More than two Hours” di Ali Asgari (Iran) ; “What love means to me” di Ricardo Martins (Portogallo); “Blue division” di Sergi Marti (Spagna); ‘’t’etais où quand Michael Jackson est mort ?’’ di Jean Baptiste Pouilloux (Francia); “Mathieu”  di Massimiliano Camaiti  (Francia); “Bold” di Davide Gentile (Inghilterra); “Requiem” di Valentina Carnelutti (Italia); “Un uccello molto serio” di Lorenza Indovina (Italia); “Sexy shopping” di Adam Selo e Antonio Benedetto (Italia); “The dare side of thr moon” di Alex Constantin (Regno Unito).

Oltre al consueto premio come Miglior Corto dato dalla giuria di eccellenza ci sarà il riconoscimento da parte del pubblico che potrà liberamente votare insieme a quella tecnica. I cortometraggi finalisti saranno infatti proiettati 5 per sera: i primi due giorni (22, 23 luglio) mentre la premiazione avverrà l’ultimo giorno (24 luglio) alla presenza di numerosissimi ospiti. Madrina d’eccezione la bella e brava attrice pugliese Bianca Guaccero.

Oltre al cinema ci sarà anche spazio per intrattenimenti musicali,arte, creatività,workshop con tanti ospiti illustri e tanta enogastronomia che darà vita allla Strada dell’Eccellenza di Puglia, una via interamente dedicata ai prodotti del territorio.

“Il cinema è un grande veicolo di conoscenza. Il territorio, con i suoi valori storici, ambientali, paesaggistici e il patrimonio dei saperi dei nostri produttori eno-gastronomici raccontano la Puglia meglio di ogni altra guida turistica. – dice l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni – Un film o eventi di questo genere sono un ottimo veicolo di promozione per la Puglia e sono il trait d’union già sperimentato non a caso nella collaborazione sempre più stretta tra l’Assessorato all’agricoltura, quello alla Cultura e l’Apulia Film Commission. Sappiamo per certo che l’ultimo film di Winsperare ha ispirato un ritorno alla cultura rurale e ai sapori a chilometro zero della nostra terra più di mille convegni o campagne sul mangiare sano. E’ il potere del cinema che sa emozionare e ha capacità persuasive davvero eccezionali. Era giusto, dunque, che un appuntamento così si svolgesse anche nella provincia di Taranto in cui c’è ancora molto di questo fascino da raccontare.

Entusiasta anche l’assessore alla cultura del Comune di Crispiano Giuseppe Delfino, che ha dichiarato: “Portare Apulia Film festival a Crispiano è il primo passo verso un grande progetto culturale e turistico collegato al territorio. La nostra città deve diventare meta turistica grazie alle tante iniziative organizzate nella comunità e il film festival di cortometraggi ne diventerà il fiore all’occhiello”.

“Il sindaco del Comune di Crispiano Egido Ippolito – continua Delfino –  da subito ha deciso di sostenere l’evento culturale che, insieme al Carnevale del Brigantino, farà divenire il paese delle cento masserie meta ambita del turismo culturale e gastronomico. In politica bisogna lanciare le sfide con lungimiranza”.

Apulia Film Festival, sotto la direzione artistica di Giuseppe Marco Albano è organizzato dall’Associazione Punto G Arte e promosso dal Comune di Crispiano e patrocinato dalla Regione Puglia, assessorato alle politiche agroalimentari ed Apulia Film Commission.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.