26-26 Scioperano i lavoratori di Sanitaservice Lecce.

0
350

Si sentono «discriminati» nei confronti dei colleghi delle altre Asl della Puglia. Perché due pesi e due misure? Perché i lavoratori della altre Asl pugliesi sono considerati «figli» e quelli della società in house della Asl leccese sono visti come «figliastri»?

ASL LECCE

E’ quanto continuano a chiedersi i responsabili sindacali di Usb che hanno proclamato lo sciopero per  oggi 25 marzo a Lecce, con volantinaggio e presidio davanti alla direzione della Asl in via Miglietta e per giovedì 26 marzo a Bari, quando almeno 200 dipendenti di Sanitaservice Lecce protesteranno sotto la sede del Consiglio regionale. Veniamo ai motivi: i lavoratori della Asl di Lecce, sostiene Gianni Palazzo,  responsabile del sindacato Usb, «sono gli unici a non avere avuto il Passaggio a full time».

E aggiunge amaro, «Sanitaservice Lecce è l’unica ad aver ricevuto l’ordine da parte della Regione ad estrernalizzare un servizio, (quello Informatico – ndr.)  gia’ internalizzato e che, inoltre,  ha comportato in questi anni un risparmio di un milione e ottocento mila euro; oltretutto, la mancata modifica delle linee guida da parte della Giunta Regionale preoccupa i lavoratori che vedono la probabilità di nuova esternalizzazione».

E se non bastasse, fanno sapere dal sindacato Usb, «L’ultima beffa per i lavoratori della Sanitaservice di Lecce, e’ l’esclusione di tutti gli ausiliari dai corsi di riqualificazione in OSS, cosa invece avvenuta per i loro colleghi delle altre provincie …..».

Domani si asterranno dal lavoro i 22 lavoratori del Ced, mentre le rappresentanze sindacali chiederanno di incontrare il direttore generale e l’amministratore unico della società in house.

Giorno 26 marzo, a Bari,  circa 200 lavoratori della Sanitaservice di Lecce saranno in presidio a partire dalle ore 11.00 presso la sede del  Consiglio Regionale in via Capruzzi.

Sono stati chiesti incontri con il Presidente del Consiglio Regionale, i Capigruppo, il Presidente della Giunta e l’Assessore Regionale alla Sanità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.